L’Eagles supera in 20′ il Cus Catania

Secondo parziale devastante: 31-10 per i palermitani… Non basta la reazione del terzo periodo, con Vitale protagonista…

EAGLES BASKET PALERMO-CUS CATANIA 82-57

Parziali: 20-14, 31-10, 13-21, 18-12

Eagles: Giardina 18, Ross 24, Biasich 12, Taylor 14, Marisi, Bruno 2, Gogua 2, Mustacchio ne, D’Amico 5, Testa 5. All. Priulla, Ass. All. Paternò

Cus Catania: Cicero 1, Vitale 18, Cantone, Bonaccorsi 9, Russo 8, Messina 2, Mazzoleni 1, Elia 2, Caltabiano 5, Abramo 11. All. Guadalupi, Ass. All. Vaccino
Salutare, rigenerante, necessaria per ricostruire l’immediato futuro in questa stagione. La Eagles Basket rialza la testa e dopo quattro sconfitte riabbraccia i due punti, come fossero ossigeno puro. Battuto sull’insolito parquet di casa, la Palestra Pirandello di Bagheria, un Cus Catania incapace di contenere il gioco offensivo dei biancorossi, spesso finiti per contenersi loro stessi con tentativi avventati.

Buon inizio in attacco per i biancorossi di coach Priulla, sin da subito molto attivi attaccando il ferro con Taylor e soprattutto Ross, ma trovando anche buoni giri in lunetta con Biasich. Cus Catania poco preciso e molto ‘falloso’ con diverse infrazioni e palle perse. Tra le fila dei padroni di casa ottimi ingressi di D’Amico, sempre pronto a lottare nella mischia, e Testa dalla panchina.

Il vantaggio, seppur risicato del primo periodo, diventa voragine in favore della Eagles nel secondo quarto. Decisa accelerata dei biancorossi, che alzano la media al tiro (triple di Giardina, Taylor e Biasich), ma limitando anche fisicamente il CUS Catania in difesa. Un fatto eccezionale, e di eccezionale importanza, la nuova tendenza dei palermitani di aggredire l’area, senza fermarsi necessariamente ai tiri da oltre l’arco, fattore che contribuisce a chiudere il primo tempo sul +27 (51-24).

La reazione del CUS Catania arriva nel terzo periodo, grazie anche ad una frenata decisa nel gioco da parte Eagles. Ricomincia il vizio dell’abusato tiro da tre (che premia solo in un’occasione Testa) e meno collaborazione rispetto al primo tempo, con gli ospiti che ricuciono anche se di poco lo svantaggio con le triple di Caltabiano e Abramo sino al -19.

L’ultimo periodo scivola via con maggior determinazione per i padroni di casa, nuovamente pronti a sfidare gli avversari nelle loro trincee, ossia all’interno del pitturato. D’Amico timbra ancora il cartellino, mentre Giardina e Ross mettono in mostra tutta la loro fisicità non solo sotto canestro, ma anche al rimbalzo offensivo e difensivo. Convincenti nel complesso le prove anche di Bruno e del mascherato Gogua, provocato a tratti dagli avversari, ma sempre pronto a dire la sua anche in quel frangente.

Si chiude 82-57 con il caloroso pubblico biancorosso, accorso in massa alla ‘Pirandello’, che ha così potuto tornare a gioire per una vittoria che mancava ormai da tanto, troppo tempo. Domenica prossima sarà ancora turno casalingo, con il ritorno al PalaDallaChiesa (ore 18, ingresso gratuito): avversario sarà la Basket School Messina.

Lorenzo Anfuso
Comunicato stampa Eagles Palermo

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*