Ottima prova dell’Alfa contro il Basket School

Catanesi ospiti a casa propria… Ottima prova di Byrd, Gottini e Arcidiacono… Lotta impari per alcune assenze importanti tra i messinesi…

2017-053_bsmessinaalfaGruppo Zenith Messina-Polisportiva Alfa Catania  55-83
Parziali: 11-16; 12-19 (22-35); 19-27 (42-62); 14-21.

Gruppo Zenith Messina: Di Dio, Calarese 11, Hodges 5, Weglinski 14, Buono 13, Trimarchi 5, Mazzù 6, Marabello 1, Calderazzo ne. Allenatore: Dani Baldaro
Polisportiva Alfa Catania: Ferraro 4, Gottini 23, Ferrara, Signorello 2, Byrd 30, Catotti, Arcidiacono 10, Pennisi 2, Arena 4, Commissaris 8. Allnatore: Andrea Bianca
Arbitri
: Massari di Ragusa e Di Mauro di Priolo Gargallo

La Polisportiva Alfa vince fuori casa. Il quintetto rossazzurro, per una volta “ospite” al Leonardo Da Vinci, supera nettamente il Basket School Messina con il risultato di 83-55. La formazione peloritana, impossibilitata a giocare al PalaTracuzzi per problemi al parquet, trova rifugio nell’impianto lasalliano. I ragazzi di coach Baldaro sono costretti ad emigrare a Catania per affrontare l’Alfa del presidente Nico Torrisi. L’incontro, valido per la nona giornata della serie C Silver di basket maschile, regala emozioni a tinte rossazzurre. Gli alfisti, privi di Andrea Pardo e del febbricitante Enrico Famà, estraggono dal cilindro una prova maiuscola. Trevor Commissaris e compagni chiudono in vantaggio tutti i parziali. Partita sempre in mano alla compagine etnea trascinata da Jovante Byrd (3 su 6 da 3), devastante in contropiede, e da Matteo Gottini (3 su 5 da 3, 5 su 7 da 2). Ottima la prestazione di Riccardo Arcidiacono (10 punti, 5 su 6 da 2) e dei giovani Gianmarco Signorello e Marco Pennisi. Pochi minuti per Cristiano “Ciro” Ferrara, che non era al meglio per problemi fisici. Successo meritato dei catanesi, che continuano il trend positivo centrando la terza vittoria consecutiva. La squadra alfista cresce sempre di più grazie all’ottimo lavoro del tecnico Andrea Bianca, coadiuvato dal suo vice Salvo Taormina e dal preparatore, professore Paolo D’Antone, che stanno plasmando al meglio il gruppo alfista.

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Il Gruppo Zenith Messina esce sconfitto con il punteggio di 83-55 dalla palestra dell’Istituto Leonardo da Vinci di Catania nel match valevole per la nona giornata del campionato di serie C Silver, disputato sul gommato dell’impianto etneo per problemi al parquet del PalaTracuzzi, messo fuori causa dalle infiltrazioni di acqua dovute alle forti piogge che hanno colpito la città nella giornata di venerdì. E’ stata una lotta impari, Messina ha pagato le assenze di Carnazza e Soldatesca, mentre il team etneo si presentava al meglio con Ferraro, Gottini, Byrd, Arena e Commissaris. Baldaro mandava in campo Calarese, Hodges, Mazzù, Trimarchi e Weglinski.

Nel primo quarto l’Alfa parte bene, trascinata da Byrd e Gottini (53 punti in due alla fine) si porta a condurre sul 9-2, Messina cerca di rispondere, ma ancora Byrd la punisce (14-5). La squadra di Baldaro attua la zona, difesa che i giocatori di coach Bianca adotteranno per tutta la gara. Calarese e Trimarchi riducono lo svantaggio, si va al primo mini intervallo sul 16-11. Nel secondo periodo è ancora Gottini ad allungare per i padroni di casa (20-11), ma sei punti consecutivi realizzati da Buono riportano Messina sul -3 (20-17) costringendo i padroni di casa al time out. E’ questo il miglior momento per gli scolari, le triple di Calarese ed Hodges valgono il 26-23. Il finale di tempo però è tutto degli etnei, Commissaris si fa rispettare nel pitturato, mentre in attacco ci pensa la premiata ditta Gottini-Byrd. Al 20’ l’Alfa chiude avanti di 12 lunghezze (35-23).

Il secondo tempo è un monologo dell’Alfa, la zona perenne di Bianca mette in difficoltà l’attacco dei messinesi, le iniziative di Buono e Weglinski non scalfiscono la superiorità degli etnei che grazie alla tripla del solito Gottini doppiano la squadra di Baldaro sul 58-29. La reazione di Messina è tardiva, con un break di 9-2 Calarese e soci riducono il gap sul 62-42 che chiude il terzo periodo. Nell’ultimo quarto l’Alfa trova con facilità il canestro, il 13-2 di parziale lancia i padroni di casa sul +31 (75-44), ma il massimo vantaggio arriva con i liberi dell’under Signorello (81-48). Nel finale il break 7-2 consente ai messinesi di limare lo svantaggio sul -28.

Continua dunque il momento no della Basket School Messina, giunta alla terza sconfitta consecutiva (in totale sono sette dall’inizio della stagione). La classifica dei biancorossi comincia a preoccupare, anche se c’è tempo per rimettersi in carreggiata. In attesa di recuperare gli assenti e ritrovare la giusta serenità, bisogna stringere i denti ed avere pazienza.

Carmelo Minissale
Ufficio stampa Basket School Messina.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*