La Rainbow suda e vince a Messina

Partita combattuta ma con tanti errori… A 2′ dal termine, le messinesi sono avanti, finché due triple non ribaltano il punteggio… Rinviata ancora la partita con il Cus Unime…

Rescifina-Rainbow 47-50
Parziali
: 16-12, 29-30 (13-18); 35-35 (6-5), 47-50 (12-15).
PalaTracuzzi di Messina, 14 dicembre, 20:00

Casaramona Rescifina Messina: Gugliotta, Mantineo, Marchese 2, Scionti 13, Davì, Vento 17, Arigò 2, Polizzi, Libro 11, Romeo 2, Castro, Spadaro. All.: Interdonato. Vice: Malaja.
Rainbow Catania: Parrinello, Ferlito 4, Bruno ne, Parisi 4, Marmo, Chiarella 11, La Manna 15, Patanè, Spampinato 16, Cocina. All.: Bruni.
Arbitri: Di Bella e Lucifero. Udc: Mattace e Lamberto.

La Rainbow vince a Messina nel recupero della sesta giornata, rimandata per la pioggia che ha allagato il PalaTracuzzi. È stata una partita combattuta ma con tanti errori da entrambe le parti. Dopo un iniziale 8-0 a favore della Rescifina, la Rainbow recupera e si porta avanti. La gara si gioca in equilibrio, punto a punto, ma le etnee si esaltano in difesa e contengono le avversarie. A 2′ dalla fine Vento e compagne sono quattro punti avanti, ma due triple in sequenza delle ospiti ribaltano il risultato.

Intanto, è stata rinviata ancora la partita con il Cus Unime, all’11 gennaio alle 19:30.

R.B.C.

La Rainbow vince e convince contro la Casaramona a Messina, sul parquet del difficile e freddo Palatracuzzi, davanti ad un pubblico di casa attento e polemico. Le ragazze di coach Bruni, sempre più motivata nella sua nuova esperienza da allenatrice, continuano a dare soddisfazioni, sia dentro che fuori casa. Nonostante allenamenti insicuri ed incostanti, per i motivi più volte ripetuti e sottolineati, a causa della mancanza di una casa Rainbow fissa, le ragazze “itineranti” però non mollano mai, e ovunque si trovino, ed in qualsiasi circostanza fino ad adesso, hanno ancora una volta eseguito il compito nella migliore delle maniere, portando a casa altri due preziosi punti, e mostrando una forte personalità. Vittoria ottenuta pur non senza difficoltà. Dopo un avvio partita incerto, con la Casaramona a più 8 sul tabellone, al primo time out chiamato dalla panchina, la Rainbow non ci sta. Inizia a reagire, ad essere più determinata alla sua maniera, e a subire i primi falli, che la mandano più volte alla lunetta. La Manna e Chiarella, entrambe con un ottima prestazione sotto le plance, insieme a capitan Ferlito, e in doppia cifra ieri, con un paio di azioni personali importanti, portano il punteggio a meno 5, iniziando la risalita. Si ruba spesso palla, ma non si finalizza con la stessa efficacia: molti errori al tiro nelle fasi iniziali, mentre si subiscono contropiedi troppo facilmente. Spampinato, top scorer con 16 punti, trascinatrice e talentuosa regista,  vuole prendere in mano la situazione, e dare una sterzata decisa all’andamento del match, insieme a Marmo,  in parte il gap, ma chiudendo il primo quarto comunque a meno 4. Parte il secondo, e Messina scende un pò di attenzione. La Rainbow si ritrova, e ritrova la retina con più precisione, anche e soprattutto dalla distanza, con la personalità e la forza di Spampinato: botta e risposta dalla linea da tre con Vento, che non concede molto, ma ad avere la meglio alla sirena dei primi due tempi, sarà la catanese, portando lo score sul 29\30. Il terzo quarto ha un colore sbiadito da entrambe i lati. Si tira tanto, ma si segna meno, con percentuali bassissime di realizzaione e punteggio che cambia poco, e che si fissa sulla parità: 35\35, grazie a La Manna, che si procura falli importanti, e che ai tiri liberi, firma il pareggio, facendo molto bene nell’uno contro uno, poco prima di firmare anche il sorpasso per Catania, all’inizio nel quarto parziale. Rush finale: i toni si alzano, il gioco si fa più duro, la Rainbow è ben piazzata in difesa, e gioca in maniera corale; nessuna delle due squadre vuole lasciare il bottino alle avversarie. Punto a punto e la tensione in panchina sale. Coach Bruni dà la carica alle sue ragazze con convinzione, e loro rispondono con altrettanta grinta. Arrivano le triple di Parisi, Ferlito e della solita Spampinato, che ne colleziona ben quattro in tutto il match. Negli ultimi minuti Messina è ancora convinta di portare a casa la partita, ma la Rainbow ha ancora una marcia in più e si aggiudica l’incontro a più 3 sul tabellone.

Importante prova la prossima per le catanesi, quella di sabato contro le ragazzine terribili della Eriene Ragusa, prova nella quale deve confermare la vittoria dell’andata, conquistare la vetta della classifica, e mettersi nelle condizioni migliori per affrontare il big match scontro diretto dell’11 Gennaio, nel recupero contro il Cusunime.

Maria Luisa Lanzerotti

Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*