«

»

Giarre, una storia che parte da lontano

In attesa della “One More Night”, ripercorriamo i successi della storia giarrese, dal 1935 a oggi… L’appuntamento è per domani alle 19 al PalaJungo…

La notte delle stelle giarresi si avvicina e i preparativi per rivedere in campo i migliori cestisti nati tra il 1960 e il 1980 contro i ragazzi della Serie D sono ormai giunti al termine. Il PalaJungo celebrerà il passato per riavvicinarlo al presente e ha giustamente voglia di ricordare i successi per proiettarli verso un futuro che è basato su un folto settore giovanile, che ora punta alla qualità. I recenti riconoscimenti per vari giovani sono il miglior punto di partenza per continuare su questa strada, quella giusta.

Con la matricola 376, il Basket Giarre è la sesta associazione cestistica in attività più anziana di Sicilia, dopo Rescifina, Ciavorella, Virtus Ct, Pall. Trapani e Agrigento. Un vanto che i gialloblù portano avanti e che merita un approfondimento. Giarre infatti esiste nella mappa cestistica sin dal 1935: la sezione locale del Fascio Giovanile partecipa al campionato provinciale, contro Riposto I, Riposto II e Fiumefreddo. Si qualifica anche per la fase finale, contro il FG Schirò Catania, abituata però ad altri scenari e dunque vittoriosa.

La prima partita di pallacanestro giarrese di cui si ha traccia (Popolo del Lunedì, archivio Basket Catanese)

La società come la conosciamo esordisce nel 1950, come Sport Club Giarrese: disputa sei stagioni di Serie C (terza divisione nazionale) e una in Prima Divisione, da miglior squadra della provincia e tra le più competitive della regione. In quella squadra gioca, tra gli altri, Alfio Licciardello. Con l’abbinamento Kendall Ionica, ritorna in auge nel 1965: vince il girone provinciale di Prima Divisione e finisce seconda nelle finali regionali contro Messina e Siracusa. Ammessa in Serie B, gioca una partita (26-43 contro Piazza Armerina) prima di essere esclusa per rinuncia. È la terza serie, a livello regionale, ed è l’unica partecipazione alla B per i giarresi.

Dal 1970, ritrova continuità: la compagine gialloblù è una delle squadre con più partecipazioni alla Serie D (massima serie regionale o girone con la Calabria), ben 17 in 24 anni, con in mezzo un’apparizione in Serie C2, quinta divisione nazionale.

In mezzo, il vivaio lancia i nati nel biennio 1969-70, allenata da Orestano, che nel 1986 arrivano tra le migliori 32 squadre cadetti d’Italia, giocandosi l’accesso alla finale nazionale contro la Valentino Roma. Poi per 17 stagioni di fila è il momento della C regionale, disputata con risultati alterni e qualche capatina nei play-off per la C nazionale. L’ultimo decennio è quello della rifondazione dalle basi, dell’accordo con il Centro Pall. Giarre: si giocano due anni in D, gli ultimi tre anni in C e ora si è ripartiti dal nucleo giarrese per la D. Al momento, la squadra è seconda e ha un filotto aperto di cinque successi in fila.

E ora è il momento di celebrare questa lunga storia.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>