I post-millennials danno verve al Cus Catania

Guadalupi fa giocare a lungo i 2000 e 2001… Sconfitta larga contro Licata, con difese allegre e attacchi precisi…

Cus Catania-Licata 84–114
Parziali: 16-32, 30-60 (14-28), 54-88 (24-28), 84-114 (30-26).
PalaCus di Catania, 11 febbraio, 19:00 

Cus Catania 2003: Garufi, Cicero Domina 10, Vitale © 22, Monastra 4, Messina, Baldelli 4, Vasta 5, Mazzoleni 18, Fichera ne, Caltabiano 21. All.: Guadalupi. Vice: Vaccino.
Studentesca Licata: Savoca 8, Pira, Colica 13, Stanic 11, Spampinato 16, Carità 4, E. Caiola 15, Falanga © 9, Kasamba 23, G. Caiola 15. All.: Provenzani.
Arbitri: F. Giunta e Massari. Udc: Ferrara, Viola e Calcagno.

L’elevazione di Nicolò Mazzoleni tra Savoca e Carità (foto R. Quartarone)

La copertina non è stata scelta a caso: nell’ultimo quarto Giuseppe Guadalupi schiera un quintetto di post-millenials che tengono il campo e segnano un bel trentello alla Studentesca Licata. Questa partita da difese allegre e attacchi precisi era già finita da tempo, gli ospiti hanno trenta irrimontabili punti di vantaggio già dopo 20 punti, ma appunto per questo ci sono più spunti e tempo per guardare i bimbi prodigio cussini.

Scendono in campo i soli senior Gabriele Vitale e Stefano Caltabiano, che fanno il loro compito, ovvero segnare e supportare i ragazzi. In costruzione, Vitale lavora bene in tandem con Andrea Cicero Domina, che gioca con grande autorevolezza e tenta anche di difendere in una partita in cui l’obiettivo è essere lucidi in attacco più che guardarsi le spalle. Nicolò Mazzoleni è il gran protagonista, con le sue ottime percentuali e le sue doti atletiche che lo rendono una guardia molto duttile.

Emanuele Caiola contrasta Andrea Cicero Domina (foto R. Quartarone)

C’è anche l’altro 2001 Gabriele Vasta, che spinge tanto e si mette alla prova al tiro. Anche i 2000 Gianluca Monastra ed Emanuele Baldelli sono molto motivati, soprattutto il secondo che sfreccia verso il canestro e si conquista spazio e fiducia già nel secondo quarto. Poco incisivi invece Garufi e Messina. Tra gli ospiti, infine, buona prestazione dei nuovi arrivi Kasamba, Spampinato e Colica, capaci di chiudere la pratica a suon di triple.

Le ultime partite serviranno solo agli under: il campionato va onorato, ma soprattutto c’è da farsi trovar pronti per le battute finali dei campionati Under-18 e Under-16, in cui il Cus è imbattuto. In quest’ultimo torneo, i 2001 allenati da Gaetano Russo possono anche puntare alle finali nazionali.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.