U-18/F, la Rainbow lotta ma Ragusa vince

Vittoria di 10 probabilmente decisiva per il titolo… Percentuale ai liberi disastrosa… Dal 46-41 all’ultimo periodo di marca biancoverde…

Rainbow – V. Eirene 56-66
Parziali: 
12-14, 31-30 (19-16); 53-49 (22-19), 56-66 (3-17).
Leonardo da Vinci di Catania, 28 febbraio, 21:00

Rainbow Catania: Parrinello 10, Magrì 3, Patanè 10, Pappalardo, Spampinato 20, Vella, Spina, Marmo 13, Lombardo, Rasino ne. All.: Ferlito.
Virtus Eirene Ragusa: Rizzica, Abela 8, Lucifora ne, Criscione ne, Baglieri 6, Procopio 6, Chessari, Stroscio 20, Rimi 11, Caracciolo, Savatteri 2, Bongiorno 13. All.: Kouznetsova.
Arbitri: Tarascio e Mameli. Udc: Gigliuto.

Giorgia Marmo tenta di opporsi a un tiro di Giulia Bongiorno (foto R. Quartarone)

Quando la tripla dell’azzurrina Beatrice Stroscio buca la retina per il 55-62, tutte le speranze di poter sovvertire un pronostico chiuso sulla carta s’infrangono. La Rainbow Catania ha provato con determinazione, cuore e testa a limitare le stelle biancoverdi, è stata a lungo in vantaggio, ma poi è crollata nell’ultimo quarto.

La Virtus Eirene Ragusa mette così un mattone probabilmente decisivo per la conquista del titolo regionale Under-18. Svetlana Kouznetsova trova in Stroscio una trascinatrice, in Giulia Bongiorno un discreto apporto (meno brillante rispetto alla prova di Serie B di pochi giorni fa) e in Giorgia Rimi una mobile torre in area. Tantissimi falli però complicano la partita.

Flavia Parrinello (foto R. Quartarone)

Ne approfittano a metà le catanesi: attaccano costantemente il ferro, ma registrano un misero 16/40 ai tiri liberi (che di fatto decide la gara contro di loro) e troppo spesso sparacchiano invece di concludere con raziocinio. Non bastano una Giorgia Marmo buona per tutte le stagioni (dai rimbalzi alla finalizzazione), una Giulia Spampinato che si prende responsabilità, una Giulia Patanè che sotto canestro spadroneggia e una Flavia Parrinello che c’è quando serve.

Il massimo vantaggio è il 46-41, poi arriva l’ultimo disgraziato periodo. Il ritorno si gioca lunedì 6 marzo al PalaMinardi (palla a due alle 19:30). Chi vince sarà ammessa direttamente ai concentramenti, la seconda andrà agli spareggi interregionali.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.