Lazùr chiude a Ragusa con il lutto sulla canotta

Buon primo tempo, poi le iblee vincono… Menzione per Lattuca… Rammarico per la mancata qualificazione ai play-off…

VIRTUS EURENE RG-LAZUR CATANIA 65-49

PARZIALI 18-11; 28-27; 48-40

VIRTUS EIRENE RAGUSA
Rizzica, Abela 7, Lucifora 2, Baglieri 2, Procopio 2, Chessari, Stroscio 17, Vernuccio, Rimi 9, Caracciolo 4, Savatteri 6, Bongiorno 8.
Allenatore: Kutnetsova

LAZUR CATANIA
Privitera 4, Scollo 10, Hristova 12, Messina 3, Distefano, Granata 8, Pafumi ne, Lattuca 12
Allenatore: Catanzaro

ARBITRI: Paternico’ e Panno di Piazza Armerina

La Lazur chiude la propria stagione con un’onorevole sconfitta sul campo di Ragusa, al cospetto della Virtus Eirene. La formazione di coach Catanzaro, scesa in campo con il lutto sulla canotta per ricordare la tragica scomparsa della ex giocatrice Licia Gioia, disputa un buon primo tempo, ma paga la seconda frazione di gioco nella quale la squadra di casa mette in mostra le giocate di Stroscio e Bongiorno. La Lazur, ancora priva dell’infortunata Cutugno e cedute in prestito Licciardello, Caruso e Lombardo, può schierare a referto solo 8 effettivi; il tecnico catanese ha la possibilità di far giocare le ragazze fin qui meno impegnate che per la verità ben ripagano la fiducia loro accordata. Menzione particolare va fatta per Verdiana Lattuca che con 12 punti realizzata è stata la più positiva in casa Lazur.

Si chiude così la stagione della formazione del presidente Cicero, avendo mantenuto l’obiettivo minimo stagionale che era quello di salvare la categoria; ma la Lazur deve recitare il mea culpa per non essere riuscita nella parte finale di stagione a ripetere l’ottimo girone di andata con conseguente estromissione dai playoff.

Comunicato Stampa Lazur Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*