Signorino: «Intensità e determinazione al TdR»

La guardia dell’Olimpia Battiati pronta per il torneo di Roseto… «Con Battiati ho appreso tanto, rimarrò qui finché potrò crescere»…

Gabriele Signorino

Gabriele Signorino sta bruciando le tappe: la guardia dell’Olimpia Battiati, 182 cm, negli ultimi tre anni ha fatto parlare di sé, come trascinatore della sua squadra e anche come elemento importante per la selezione regionale. Ora è il momento di dimostrare le sue grandi qualità al Trofeo delle Regioni, la settimana di Pasqua a Roseto degli Abruzzi.

«Credo che quest’esperienza nel Ctf mi stia servendo molto sia dal punto fisico che mentale – spiega lui -, perché mi sta facendo crescere tecnicamente perfezionando le mie qualità: infatti ho migliorato il tiro libero e quello dalla media distanza in cui avevo una percentuale molto bassa. È un esperienza molto soddisfacente e produttiva per me, grazie ad altri coach che mi aiutano sempre a fare un passo avanti, insegnandomi e incitandomi in qualsiasi cosa io faccia, che sia giusta o sbagliata. Ringrazio anche i miei genitori che fanno di tutto per non farmi mancare mai ad un allenamento e fanno di tutto per rendermi felice».

Le soddisfazioni nel tempo non sono mancate, né con la squadra biancorossa, né con la selezione regionale. Signorino ha al suo attivo la vittoria del Trofeo Lepore e il terzo posto al Campania Felix con la selezione regionale, il secondo posto regionale con l’U-13 del Battiati, la vittoria del Join the Game provinciale ’16 e regionale ’15 e la vittoria del Trofeo delle Province. Ha partecipato di recente anche a due tornei con la Pallacanestro Trapani e a uno con Brindisi.

Gabriele Signorino nella semifinale U-15 contro Ragusa (foto R. Quartarone)

«Col Battiati, in particolar modo con il mio coach Carmelo Viola, ho acquisito tutti i fondamentali di questo sport, ho avuto delle basi solide e grazie a lui, io e la mia squadra siamo arrivati ad un passo dal titolo regionale under-13 e a vincere il Jtg regionale come regalo per il suo compleanno (all’epoca lo stesso giorno faceva il compleanno) e arrivare alle finali nazionali, un’esperienza unica che augurerei a qualsiasi ragazzo della mia età. Quest’anno siamo arrivati alla semifinale under-15 grazie alla nostra nuova coach Gabriella Di Piazza, che ci ha incoraggiati e ha continuato il lavoro del nostro vecchio coach. Da cinque anni gioco all’Olimpia ed ho appreso tanto, i miei compagni di squadra sono stati sempre come dei fratelli, sia in campo che fuori, con la società mi sono trovato sempre bene ma so che prima o dopo arriverà il momento di cambiare, e ciò avverrà quando capirò che in questa squadra non potrò crescere più. Quest’anno il Trapani mi ha dato la possibilità di far due tornei, uno internazionale ad Ivrea arrivando in finale contro Stella Rossa Belgrado, un’esperienza veramente bellissima, sfidando giocatori di alti livelli e stare al loro passo, e l’altro a Borgomanero dove ci siamo classificati primi giocando sempre con squadre del nord, dove il modo di giocare è diverso da quello del sud e dove acquisisci tecniche diverse dalle nostre, per questo ringrazio la società del trapani per questa opportunità e soprattutto il coach Daniele Parente insieme allo staff che mi hanno accolto come uno di loro. Un’altra bella esperienza è stata quella con la squadra dell’Aurora Brindisi, dove mi sono confrontato con giocatori visti nei tornei Campania Felix e Vito Lepore, e anche in questo torneo ci siamo classificati primi».

Ora è il momento del Trofeo delle Regioni: «Mi aspetto tanta intensità e determinazione da parte mia e dei miei compagni, abbiamo lavorato molto mettendo tutto quello che sappiamo fare e migliorando grazie al coach Beto Manzo e allo staff del Ctf, speriamo di poter superare la prova fatta l’anno scorso dai 2002, so che è una delle maggiori vetrine del panorama nazionale e mi impegnerò al massimo per far valere il nome della Sicilia. Spero di viverlo nel miglior modo possibile».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.