U-16, il capolinea del Cus è a Catanzaro

Salerno vince di quattro punti… Gaetano Russo: «Raggiunto l’obiettivo di far crescere i ragazzi»… «Senza chiarire alcune cose farò due passi indietro»…

SB Salerno – Cus Catania 54-50
Parziali
: 8-16, 22-22 (14-6); 33-36 (11-14), 54-50 (21-14).
PalaCorvo di Catanzaro, 7 maggio, 17:30

Scuola Basket Salerno: D. Coppola 2, De Rosa 8, Bauduin 13, C. Coppola 2, Capezza, Caloia 14, Polverino 6, Guariglia © 3, Erra, Napoli, Sarluca ne, Coda 6. All.: Lamberti. Vice: Morena.
Cus Catania 2003: Cicero Domina 13, Garufi 11, Vasta 4, Mazzoleni 3, Corallo 9, Brucato 1, Elia 6, Strano ne, Corselli ne, D’Augusta Perna © 2, Tringale 1, Lo Iacono ne. All.: Russo. Vice: Vaccino.
Arbitri: Migliaccio e Tolomeo. Udc: Scerbo, Albi e Tallarico.

Gli ultimi minuti dello spareggio contro Salerno sono fatali per il Cus Catania, che viene rimontato mentre Mazzoleni ed Elia vengono mandati in panchina per cinque falli. È amaro lo spareggio di Catanzaro per i cussini del 2001, che mancano la qualificazione per i concentramenti interregionali per appena quattro punti. Non sono bastate le larghe vittorie nel torneo regionale e nello spareggio: si chiude qui la stagione dei ragazzi allenati da Gaetano RussoCarlo Vaccino.

«La stagione è stata ottima – spiega l’head coach -, rimane il rammarico di non essere andati al concentramento ma il gruppo è ottimo, pur mancando di qualche lungo, che non possiamo certamente inventarci. I ragazzi stanno crescendo bene e non possiamo che essere soddisfatti e alcuni sono pronti per giocare in prima squadra. Se l’obiettivo è quello di crescere i ragazzi nella nostra società l’abbiamo raggiunto».

In tanti si sono fatti notare quest’anno in Serie C Silver, malgrado la retrocessione. L’anno prossimo ancora è tutto da decifrare, anche sul futuro dell’esperto coach: «Probabilmente qualcuno dei ragazzi avrà qualche richiesta in estate: se riusciremo a trattenerli bene, altrimenti gli augureremo in bocca al lupo. Non so dunque come andrà l’anno prossimo, bisogna parlarne con Sangiorgio. Farò due passi indietro, non voglio più occuparmi di nulla, vanno chiarite alcune cose se no non intendo continuare la mia esperienza».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*