San Luigi tra le migliori otto d’Italia 3×3!

Tutti i risultati alle finali nazionali Under-15 della squadra allenata da Carmelo Minnella… Quattro vittorie e quattro sconfitte… Parlano i ragazzi…

Il cammino del San Luigi

Eliminatorie
Venaria – S.L.Acireale 10-11
S.L.Acireale – Umbria B.Sch.11-15
Don Bosco LI – S.L.Acireale 7-9
S.L.Acireale – VL Pesaro 7-15
S.L.Acireale -Magic Chieti 3-12
Dinamo SS – S.L.Acireale 12-15

Ottavi di finale
Acireale – Gardolo2000 11-9

Quarti di finale
Leoncino – Acireale 15-4

Leoncino Mestre campione d’Italia

Il San Luigi Acireale conclude la sua corsa nelle finali nazionali 3×3 Under-15 ai quarti di finale, dopo un ottimo cammino costellato da quattro vittorie e quattro sconfitte, con vittorie di prestigio sul Don Bosco Livorno e la Dinamo Sassari. Salvo Di Benedetto, Giorgio Dore, Davide Maccarrone ed Edoardo Venticinque, allenati da coach Carmelo Minnella, hanno ben impressionato in un torneo di livello molto alto. «Semplicemente straordinari, sono andate oltre i loro limiti», ha spiegato il coach.

«È stata una bellissima esperienza!» esultano in coro i quattro cestisti, tornati a casa dopo il lungo weekend a Bardolino. «Dopo tanti tornei con altri gruppi – spiega Dore -, per la prima volta ho raggiunto insieme ai miei compagni e il fantastico coach Minnella un risultato fantastico. Tutto ciò mi ha fatto partecipare al torneo con un entusiasmo fantastico e particolare».

Un’azione d’attacco (foto A. Musumeci)

«Per noi è stato un salto nel buio; avevamo partecipato alle regionali quasi per gioco senza sapere della fase nazionale – aggiunge Maccarrone -. Questa grande avventura ha coinvolto non soltanto i giocatori e la società ma anche le nostre famiglie». «Per noi è stata una grande meta arrivare alle finali nazionali – prosegue Di Benedetto –. Volevamo arrivare a buon punto perché durante quest’anno ci siamo impegnati molto e abbiamo dato sempre il massimo. Abbiamo aspettato con ansia anche l’arrivo della conferma della partecipare alla fase regionale del 3×3».

L’obiettivo era non sfigurare, in un contesto che si preannunciava molto competitivo. «Abbiamo vissuto quest’esperienza con la massima intensità – afferma Venticinque – siamo partiti con l’idea di dare il massimo. Il nostro obbiettivo era proprio di arrivare ai quarti di finale: sapevamo che sarebbe stato difficile e che avremmo incontrato le migliori squadre d’Italia. Alla fine il nostro obbiettivo è stato raggiunto, siamo molto felici di quanto abbiamo realizzato!»

Un’altra azione d’attacco (foto A. Musumeci)

«All’inizio c’era tensione e timore – riprende Dore -, ma abbiamo ottenuto due bellissime vittorie con il culmine di gioia nel battere la Dinamo Sassari e il Gardolo. Lo giuro: essere arrivati tra i primi 8 a livello nazionale per me è importante come avere vinto il torneo». Un risultato che aumenta i sentimenti positivi dei ragazzi: «Abbiamo fatto del nostro meglio per arrivare fin qui – parla Di Benedetto – e siamo fieri di come abbiamo giocato anche avendo di fronte squadre molto forti e non al nostro livello. Come ci ribadiva il coach: “Non abbiate paura, continuate fino alla fine e credeteci“»

«Forse sarebbe bastato vincerne una per la soddisfazione – chiude Davide Maccarrone –, ma una volta vinte le prime due ci siamo resi conto che avremmo potuto giocare a quei livelli. Abbiamo dato il massimo sia noi che il coach, siamo usciti con onore; eliminati da coloro che hanno vinto il titolo. Siamo tutti soddisfatti del nostro risultato».

I sanluigini sono riusciti a ottenere il miglior risultato in una finale nazionale da molto tempo. Negli ultimi anni varie squadre catanesi hanno partecipato alle fasi finali del 3vs3, non riuscendo ad arrivare così avanti: Trecastagni U-14 (eliminatorie 2016), Battiati U-13 (eliminatorie 2015)Gravina e Lazùr U-14 (2012), Gravina U-13 (2011). L’ultima squadra che ha ottenuto un risultato simile è la Lazùr U-14 nel 2010, uscita ai quarti.

La photogallery di Alfio Musumeci @Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.