Mascalucia, risposte interessanti al Cus

Caltabiano e Spampinato, i nuovi acquisti… Giorgianni: «Ci alleniamo nei campetti, sono soddisfatto ma abbiamo un problema sotto canestro»…

Renato Catalano (foto R. Quartarone)

Una sconfitta per 102-68 dopo 48′ di gioco può essere pesante in campionato, ma ha un peso diverso in amichevole, soprattutto quando l’avversaria gioca una serie più su e ha tanti giovani talentuosi. La Mens Sana Mascalucia non sfigura dunque contro il Cus Catania, gioca poco nella prima metà gara, poi trova il ritmo giusto e soprattutto da fuori riduce il gap. Si stanno inserendo i nuovi acquisti: Stefano CaltabianoGabriel Spampinato. Quest’ultimo, play-guardia del ’98, è reduce da un biennio con la Virtus Catania ed è tornato nella società che lo ha svezzato.

«Ci stiamo preparando in giro per i campetti – spiega Gabriele Giorgianni, coach mascalucese – ma abbiamo trovato uno spazio a Nicolosi e continueremo lì. L’handicap del palazzetto c’è. Sono soddisfatto sia della squadra, malgrado il gap tecnico e fisico. Abbiamo un problema sotto: non ci sono pivot. Potremmo riavere Salvo Pappalardo da Paternò e Piergiovanni Guzzardi e Alessandro Ferraro da Scordia».

Giuliano Zafarana (foto R. Quartarone)

«Giocheremo giovedì qui – prosegue il coach -, venerdì a Misterbianco e forse la settimana prossima a Gravina. Chiunque ci darà ospitalità ci permetterà di giocare, visto che fino a fine ottobre saremo senza palazzetto». 

La crescita negli ultimi due periodi è coincisa con il ritmo dato dal play Renato Catalano, 36 anni e ancora tanto da dire in campo. Giorgianni, accompagnato dai dirigenti Gangemi e Belluomo, ha schierato anche Scerra, Ferrara, Gulinello, Caltabiano, Zafarana, G. Pappalardo, E. Pappalardo, Battiato, Spampinato, Arfaoui e Costanzo.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.