Alfa, il punto di coach Andrea Bianca

«Corso alla stragrande per 35′ contro Ragusa, Gottini alla grande, Murphy dà energia, Koloničný si sta ambientando»…

Florio, Bianca e Carbone durante l’amichevole contro Ragusa (foto U. Pioletti)

Tre amichevoli sono alle spalle, la Polisportiva Alfa corre in vista del suo secondo anno di Serie C Silver consecutiva. L’esordio casalingo contro Ragusa è stato uno show, con i nuovi che hanno dimostrato di meritare la fiducia della società e hanno dato delle ottime indicazioni anche al buon pubblico accorso al Leonardo da Vinci. Ancora c’è molto lavoro da fare, ma Gottini e compagni hanno dimostrato un’intensità da campionato, più che da amichevole, dando spazio anche a vari under.

«Ci fa tanto piacere la presenza del pubblico – spiega coach Andrea Bianca nel post partita –, è una conferma della bontà dell’idea dell’Alfa di puntare sui ragazzi di Catania. Il primo obiettivo di quest’anno è di valorizzare i ragazzi locali; poi c’è anche un’aspettativa di risultati e finora in amichevole sta andando bene. Non è semplice organizzare amichevoli, spero di fare almeno un’altra contro una formazione di C e una contro una di D».

Si può già parlare dei singoli che hanno dimostrato già di essere pronti: «Gottini sembra un’eterno starting player – prosegue –, Consoli è in uno stato di forma ottimale, così come Koloničný e Florio. Contro Ragusa abbiamo corso 35 minuti alla stragrande malgrado i carichi di lavoro: Arena, Ferrara, anche Murphy ci dà tanta energia, è un motorino, con pro e contro, può rompere i ritmi e mi dà sicurezza; Koloničný si sta ambientando, è la prima esperienza fuori da casa, ha da lavorare, ha interpretato con grande abnegazione e questo porterà i suoi frutti».

Gli allenamenti proseguono ora al Leonardo. Manca meno di un mese all’inizio del campionato: l’Alfa esordirà domenica 8 ottobre alle 18 al PalaCannavò di Giarre.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*