Il basket a tutto tondo all’Ortigia Basket Cup

Alfa 2ª e Cus 3º nel torneo Under-14… La presenza del basket in carrozzina e del baskin… Bonaiuto: «Coinvolto anche chi è meno fortunato di noi»…

Galasso a canestro nella sfida U-14 tra Alfa e Comiso (foto Marcello Bianca)

La Polisportiva Aretusa Under-14 alza al cielo l’Ortigia Basket Cup, organizzata dall’Asd Amici del Basket a largo Aretusa: la vittoria dei cestisti nati nel 2004 allenati da Giorgio Bonanno ha chiuso due giorni di pallacanestro giovanile e “inclusiva”. Sono andati in campo i bimbi del minibasket, gli Esordienti, gli Under-14 e anche i protagonisti del basket in carrozzina e del baskin.

«Sono più che contento – spiega Giuseppe Bonaiuto, l’organizzatore insieme a Sandro Anastasi, Massimo Faro e Angelo Valerio –, perché siamo riusciti a coinvolgere anche chi è meno fortunato di noi, che ha potuto divertirsi insieme a noi. Spero che potremo riproporlo in seguito, non solo qui a Siracusa».

Il cuore dell’evento era il torneo U-14, che coinvolgeva quattro formazioni molto competitive: i biancoverdi di casa si sono imposti sui rivali della Polisportiva Alfa Catania di coach Davide Di Masi, mentre il Cus Catania ha chiuso terzo davanti all’Olympia Comiso. Ad arbitrare le loro partite c’era anche Luca Attard, fischietto priolese di recente promosso in Serie B.

A occuparsi dei 50 Esordienti e minibasket c’era Gigi Valora, responsabile provinciale minibasket: Aretusa, Siracusa Basket, Lentini, Il Sorriso Priolo e Virtus Augusta hanno animato due mattinate al fianco della fonte Aretusa. Il basket è stato toccato anche dalla gara del tiro da tre, vinta da Bonaiuto insieme a Cristian Napolitano, pallanotista dell’Ortigia; ha partecipato anche Fernando Spinelli, capitano del Siracusa Calcio, e Alessandro Agosta, capitano dell’Aretusa.

Grazie alla presenza del Cus Cus Catania e della Diversamente Uguali Onlus Siracusa sono stati coinvolti anche gli atleti del basket in carrozzina, che disputano la B nazionale, e del baskin, il basket inclusivo, con vari ragazzi che hanno disputato le finali nazionali con l’associazione SuperAbili. Hanno partecipato anche l’ex coach di Ragusa Gianni Lambruschi, il vicesindaco Francesco Italia, l’assessore alle Politiche sociali Giovanni Sallicano e il Lions Eurialo.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 20/09/2017

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.