Benvenuto al playground Falcone-Borsellino

Inaugurato alla presenza delle autorità il rinnovato campetto di Mascalucia… Leonardi: «Presto riaprirà il palazzetto»… Si lavora per la gestione dell’area…

I giocatori della prima squadra della Mens Sana in campo (foto R. Quartarone)

C’è una striscia di terra tra via Ospizio e via Etnea, al di sopra di piazza Falcone e Borsellino a Mascalucia, che da oggi è fruibile nuovamente per i cestisti etnei: è stato inaugurato il playground Falcone-Borsellino, con una cerimonia in grande stile e una scampettata dei giocatori della Mens Sana, dell’EuroVirtus e delle giovanili. Un nuovo terreno di gioco si inserisce dunque nella mappa: buon fondo, illuminazione notturna, telecamere anti-vandali, canestri nuovi di zecca e due campi adiacenti che ospiteranno calcio a 5/pallamano e pallavolo.

Al momento due cancelli chiudono la struttura, che sarà usata dalla società gialloblù per proseguire la preparazione in vista della Serie D; presto però potrebbe diventare un campo in cui tutti possono trascorrere qualche ora di relax e sport. «Il campetto versava in situazione di totale abbandono – ci spiega il sindaco Giovanni Leonardi – sin dall’inizio c’era l’idea del ripristino. Grazie ai Lions abbiamo iniziato con il campo da basket e gli spogliatoi. Proseguiremo con il ripristino dell’impianto di calcetto. Cercheremo di dare un assetto definitivo per la gestione: tutto verrà fatto con la collaborazione delle realtà sportive del territorio, esternalizzeremo alle associazioni sportive e alle scuole».

I minicestisti in campo (foto R. Quartarone)

Per il basket mascalucese, il playground è fondamentale finché il palazzetto rimarrà chiuso per i lavori di manutenzione. Si prospetta almeno una partita da giocare al PalaCus di Catania per la Mens Sana: «Nel palazzetto di via Wagner i lavori procedono – approfondisce Leonardi -, vanno avanti e sono fiducioso di riaprirlo entro fine ottobre-prima metà novembre, visto che l’impresa ci ha garantito un’anticipazione sull’ultimazione dei lavori».

«L’impianto non aveva mai avuto un intervento di manutenzione seria – prosegue -, stiamo adeguando la struttura mettendo in sicurezza le tribune, gli spogliatoi, gli impianti, l’illuminazione, la copertura: sono queste le parti più sostanziose dei lavori. È un intervento importante reso possibile da un mutuo che abbiamo acceso, grazie al consiglio comunale, e un salto di qualità nell’impiantistica sportiva».

Giorgianni, Arancio, Leonardi, Pistone e Santangelo (foto R. Quartarone)

Il parterre di ospiti è notevole, sarebbe troppo lungo elencarli tutti (lo fa il comunicato del Comune): ha corredato l’evento una conferenza dei Lions Catania Mediterraneo, con il presidente del club service Giuseppe Ferlito e il segretario del distretto Maurizio Gibilaro in prima linea nell’aiuto nella ristrutturazione, acquistando i canestri. C’era anche il consigliere nazionale del Coni Orazio Arancio, che ha raccontato del suo passato nel basket, fino ai 17 anni, prima di dedicarsi al rugby.

Chi è davvero felice, in tutto questo, è la dirigenza della Mens Sana: Giorgianni, Santangelo e Belluomo a bordo campo hanno raggiunto l’obiettivo: sensibilizzare il comune e far sì che i loro ragazzi abbiano un luogo d’aggregazione cestistica a due passi da casa, oltre al proprio palazzetto. Il prossimo passo è organizzare un torneo giovanile e poi, accanto a Piero Pistone, dirigente dell’Aetna Handball, sarà quello di ottenere la gestione dell’area.

Galleria fotografica @Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *