Pavia: «Strapiacevole pensare a Catania»

La capitana di Broni racconta dell’Opening Day di Ragusa e del suo ottimo esordio quest’anno… «Bellissimi ricordi dell’anno dell’Olympia»…

Enrica Pavia all’Opening Day (foto G. Rabuazzo)

Ci fu un tempo, non troppo lontano, in cui Catania poteva fregiarsi d’avere una squadra in Serie A2 femminile, quell’Olympia che è passata alla storia come una delle migliori squadre di sempre allestite all’ombra dell’Etna. Peccato che sia passata come una meteora: spostata da Reggio Calabria, la società durò meno di 12 mesi prima di ritirarsi dalle scene. La leader di quella squadra era Enrica Pavia, oggi capitano a Broni in Serie A1 e reduce dalla vittoria su Lucca.

«La manifestazione dell’Opening Day a Ragusa stata organizzata benissimo – spiega la play-guardia marsalese del 1989 -, ne parlavamo con le mie compagne, anche per i trasporti. Da buoni siciliani ci facciamo riconoscere per l’ospitalità. Siamo contenti di essere stati qui, anche perché abbiamo esordito benissimo vincendo sulle campionesse d’Italia!»

Enrica Pavia durante Olympia Catania-Ancona (foto R. Quartarone)

Pavia è reduce da un infortunio che l’ha tenuta fuori buona parte della scorsa stagione, ma è stata l’elemento fondamentale della squadra che ha vinto l’A2 nel 2015-’16. «Quest’anno sono il capitano – spiega -, sento molto la squadra addosso, sento questo ruolo, posso trasmettere entusiasmo e attaccamento alla maglia visto che è il mio quarto anno a Broni. Sento la squadra e la società parecchio vicine e mi inorgoglisce molto questo ruolo».

L’anno di Catania rimane uno snodo importante nella sua carriera: fu il suo primo anno di doppia cifra di media, chiuso con 9 punti di valutazione media, due ottime partite contro Broni (andata e ritorno) che le valsero la chiamata delle neroverdi. «A parte l’infortunio finale – ricorda -, che è da mettere in conto perché fa parte del percorso di una giocatrice, è stata una stagione bellissima e ho dei ricordi bellissimi: ho un ottimo ricordo di Catania, vedere i miei genitori sempre sugli spalti, gli amici… è sempre strapiacevole pensarci».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*