La Pol. Alfa vince nel finale contro Giarre

Alfa, buona la “prima”… La squadra rossazzurra espugna il campo del Basket Giarre… Il dg Carmelo Carbone: “C’è da migliorare”…

BASKET GIARRE   71
ALFA CATANIA     75 

Giarre: Marzo 15, Casiraghi 10, Vitale 17, Quattropani 10, Motta, Caminiti 2, Ciaurella 6, Arcidiacono 8, Maccarrone 3, Leonardi, D’Urso ne, Cantarella ne. Allenatore: D’Angelo.

Alfa: Murphy 7, Catotti 1, Gottini 15, Ferrara 2, Consoli 14, Riferi 11, Florio 13, Gemmellaro ne, Patanè ne, Arena, Kolonicny 2, Abramo 10. Allenatore: Bianca. 

Arbitri: Luca Massari di Ragusa e Paolo Filesi di Chiaramonte Gulfi (Rg).

Parziali: 17-30, 40-41, 50-45.

Partita eccezionale tra Giarre e Alfa, che danno spettacolo al PalaCannavò. Vince l’Alfa ma Giarre fa un figurone: avrebbe meritato la vittoria, per il cuore messo in campo e per l’intensità che mette in ambasce una squadra che ha tutt’altri obiettivi. Alle prestazioni d’alto livello di Vitale e Marzo dall’altra parte rispondono Gottini, Consoli e Riferi, che sono nel finale portano a casa la vittoria.

Gli alfisti iniziano mettendo un’intensità fuori dal comune, con cinque minuti di pressing a tutto campo che impedisce ai gialloblù di ragionare. Lo 0-9 iniziale è figlio delle alte percentuali del quintetto: Gottini-show da tutte le posizioni nel primo strappo (6-19). Giarre segna solo ai liberi e affidandosi alle iniziative dei super Vitale e Marzo, che attaccano senza paura il ferro ospite. Proprio il play acese spinge e ricuce parte dello strappo (17-30).

Bianca si culla sull’ampio vantaggio per rivoluzionare il quintetto, dentro vanno Arena, Ferrara, Riferi. I giovani tengono il campo ma il Giarre sale d’intensità con Casiraghi e Arcidiacono. La truppa di D’Angelo, paziente, rimonta. Ma c’è tanto nervosismo e gli arbitri distribuiscono tecnici: Arcidiacono, la panchina giarrese, Arena, espulso il coach D’Angelo. Paradossalmente, all’uscita dell’allenatore, Giarre trova nuova linfa: le triple di Casiraghi e Ciaurella, il 2+0 di Arcidiacono e Marzo fanno esultare il PalaCannavò (40-39).

L’invasione pacifica del tifoso Massimo fa ritardare la ripresa del gioco, ma il Giarre non ne risente. L’Alfa continua a balbettare. Sotto i colpi di Casiraghi e Vitale i padroni di casa tornano a condurre la gara, arrivando sul +5 con il buzzer beater di Maccarrone (50-45). Le risposte di Bianca sono serrare la difesa e affidarsi all’asse play-pivot Consoli-Riferi. Meglio il calatino del ceco: è lui ad aiutare il play, che segna il pareggio e il buzzer beater del vantaggio (53-56). L’ottimo assist di Leonardi per Quattropani è l’ultimo vero lampo giarrese, che non riesce più ad agguantare gli ospiti. I sigilli finali li mettono Abramo, Murphy e Consoli.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 09/10/2017

Alberto Marzo e Matteo Gottini (foto R. Quartarone)

 

Esordio stagionale in serie C Silver per la Polisportiva Alfa. La squadra catanese espugna il difficile campo del Basket Giarre imponendosi con il punteggio finale di 75-71. Vittoria sudata ed importante per il quintetto del presidente Nico Torrisi, che comincia con il piede giusto il campionato. Al PalaJungo, davanti ad un pubblico numeroso e chiassoso, ma corretto l’Alfa parte subito forte giocando un basket veloce ed intenso. Il primo parziale si chiude con gli ospiti avanti per 30-17. I giarresi si svegliano nel secondo periodo. Si va all’intervallo lungo con gli alfisti in vantaggio per 41-40. Marzo, ma soprattutto Vitale tengono vivo il team ionico. Il coach D’Angelo finisce anzi tempo negli spogliatoi, espulso per proteste. La gara non è bella. Ma come ogni derby è tesa, combattuta e dai toni agonistici elevati con molti “tecnici”. Il Giarre mette la testa avanti nel terzo quarto di gioco, ma nell’ultimo parziale esce fuori la Polisportiva Alfa, che chiude la contesa e conquista i primi due punti stagionali. A trascinare la formazione ospite Luca Riferi e Marco Consoli, ispirati e determinati. Bene anche Luciano Abramo e Teo Gottini. Il ceco Jan Kolonicny, penalizzato dai falli gioca solo 14 minuti, ma dà nel finale un contributo importante sia in difesa sia in attacco mettendo a segno due tiri liberi preziosi. Dalla lunetta, l’Alfa sbaglia molto con percentuali basse. Alla fine comunque il successo arriva.

“Buon esordio – afferma il direttore generale della Polisportiva Alfa, Carmelo Carbone -. La squadra ha vinto contro un avversario ostico e su un campo molto caldo. Siamo soddisfatti per il risultato, ma c’è ancora da migliorare. Quindi da martedì bisognerà lavorare con intensità in vista della partita interna di sabato pomeriggio contro l’Or.Sa di Barcellona”.

 

Addetto stampa

Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*