Esordio difficile del Gravina a Bagheria

Vince l’Eagles Palermo di 19 punti… Secondo periodo positivo dei gravinesi… Nel finale Livera e Santonocito gli ultimi a mollare…

EAGLES BASKET PALERMO – SPORT CLUB GRAVINA 81-62
Parziali: 23-10, 22-20, 24-13, 12-19

Eagles: Tinto 18, Giardina 10, Listwon 13, Jurkaitis 7, Vranjkovic 12, Rappa, Bruno 10, Bagnasco ne, Tagliareni 6, Dragna 5

Gravina: Livera 12, Santonocito 21, Ferrara, Barbera 11, Spina 5, Crisafi 3, Di Mauro, Magrì 2, Paglia, Duscio 4, Alì 2, Genovese 2. Coach: Marchesano.

Arbitri: Arturo Tartamella di Trapani, Bruno Licari di Marsala (TP)

Un’azione di Eagles-Gravina

La Eagles Basket apre il suo campionato con una vittoria per 81-62 sullo Sport Club Gravina, in un esordio stagionale pieno di cose molto buone e anche qualcosa naturalmente ancora da registrare. 

Avvio di gara molto positivo dei padroni di casa sotto l’aspetto della determinazione. Mani molto alte in difesa e porta chiusa in faccia agli ospiti che incassano subito un parziale di 5-0 firmato dalla tripla di Vranjkovic e dagli attacchi al ferro di Giardina e Jurkaitis. Santonocito suona la sveglia per i suoi dopo il timeout chiamato da coach Marchesano, limitando solamente il passivo che dopo 10’ vede Eagles avanti 23-10.

Il rientro in campo nel secondo periodo mette in mostra un Gravina più volenteroso e più attento soprattutto in difesa, con tanti possessi offensivi portati fino allo scadere in attacco, molti dei quali vincenti, ma anche con scelte troppo frettolose da parte degli uomini di Priulla che reagiscono giusto un paio di minuti prima dell’intervallo lungo. Prezioso il lavoro in penetrazione di Tinto, Vranjkovic e Giardina, con Tagliareni che si iscrive al referto nonostante un colpo al ginocchio che sembrava poterlo mettere out.

Il Gravina all’esordio a Palermo (foto A. Arena)

Dagli spogliatoi si rientra in campo sul 45-30, ma è in questo frangente che Eagles scava il solco che decide la partita. Appena 13 i punti concessi in dieci minuti agli avversari, mentre dall’altra parte del campo vanno a segno praticamente tutti. Giardina ne mette sei di fila in apertura, lo imita Listwon che sigla un altro parziale. Alla festa si aggiunge anche capitan Dragna che regala ai suoi vecchi e nuovi tifosi un assist spettacolare dietro la schiena per un compagno e anche la prima bomba dell’anno, anticipato da quella di Bruno e seguito da quella di Giardina che fermano il tabellone del PalaDallaChiesa sul 69-43 con il quale le due squadre si affacciano all’ultimo periodo.

Tinto combatte ancora come un leone contro tutta la difesa avversaria (spettacolare il tap-in a rimbalzo da posizione defilata rispetto al canestro), mentre Jurkaitis inventa un passaggio con gli occhi della nuca prima di chiudere il suo match per falli. Dall’altra parte Livera e Santonocito sono gli ultimi a mollare, con grande professionalità, mentre i biancorossi fanno arrabbiare il proprio coach nel finale per aver staccato un po’ in anticipo la spina e aver regalato punti facili agli ospiti.

Primo successo e primi due punti che rappresentano il buon inizio sperato in casa Eagles. Tanto ancora il lavoro da fare, già in chiave prossimo impegno, la prima trasferta in casa di Ragusa. 

Lorenzo Anfuso
Addetto Stampa Eagles Basket

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.