La vera Alfa esce alla lunga e vince sull’Orsa

L’Alfa piega l’Or.Sa Barcellona trascinata da Abramo e Gottini… Secondo successo di fila per il quintetto rossazzurro…

POLISPORTIVA ALFA 80
OR .SA BARCELLONA 55 

Alfa Catania: Murphy 5, Catotti, Gottini 19, Ferrara 4, Signorello ne, Consoli 3, Riferi 11, Florio 8, Patanè ne, Arena 2, Kolonicny 11, Abramo 17. Allenatore: Bianca.
Or. Sa Barcellona: Salvatico 6, Comelli 6, Floramo 4, Granic 22, Duranovic 4, Mustacchio, Cuius, Brusca, Vavoli 10, Barbagallo 3. Allenatore: Baldaro.
Arbitri: Paternicò di Piazza Armerina e De Cillis di Priolo Gargallo.
Parziali: 21-19, 39-36, 61-49.

Alfa – Orsa 80-55

Polisportiva Alfa Catania: Murphy 5, Catotti, Gottini 19, Ferrara 4, Signorello ne, Consoli 3, Riferi 11, Florio 8, Patanè ne, Arena 2, Kolonicny 11, Abramo 17. All.: Bianca.

Or.Sa Barcellona: Salvatico 6, Comelli 6, Floramo 4, Granic 22, Duranovic 4, Mustacchio, Cuius, Brusca, Vavoli 10, Barbagallo 3. All.: Baldaro.

Arbitri: Paternicò e De Cillis.

Parziali: 21-19, 39-36, 61-49.

 

L’Alfa viene fuori alla distanza contro l’Orsa Barcellona e vince la seconda consecutiva: ancora c’è tanto da lavorare, l’assetto migliore è da trovare. Barcellona è una squadra Under-18 più l’incontenibile centro Vlatko Granic, 21enne: eppure per 25’ è in piena partita, va spesso in vantaggio, stupisce con buone giocate d’attacco. L’Alfa prova a scardinare la difesa in vari modi: con la testardaggine di Gottini e con la dinamicità di Abramo, mvp assoluto. Alla fine ci riesce e vince di 25 con un’ultima parte molto solida.

Barcellona corre senza paura, l’Alfa pressa, ragiona ma gioca a tratti. La tripla in transizione sull’asse Florio-Gottini segna un buon avvio, ma Granic tiene la squadra ospite, sotto canestro e da fuori. Abramo e Florio provano il primo strappo (12-9), eppure, l’ex centro della Division I Ncaa continua a segnare (12-15). La pressione di Luciano Abramo e Matteo Gottini consentono di tenere botta contro i barcellonesi, che con difesa a uomo, contropiede e anche azioni a difesa schierata tornano in vantaggio (24-27).

L’Alfa sbaglia tanto, soprattutto le cose più semplici come gli appoggi sotto canestro e Gottini si carica la squadra sulle spalle. Dato che Barcellona non molla, Bianca tampona con tre play (Ferrara, Arena e Murphy) e due lunghi (Kolonicny e Riferi). Il contropiede che dà il 2+0 di Ciro Ferrara prelude alla rubata più schiacciata di Granic, ultima fiammata ospite. Kolonicny si vendica con una tripla, la pressione di Ferrara e le iniziative di Arena e Murphy premiano gli sforzi alfisti (37-29).

La tripla di Gottini certifica la crescita alfista. Abramo è in gran vena: segna, pressa e costruisce, fa da mattatore catturando anche falli. Intanto Riferi si fa trovare pronto sotto canestro e dall’altra parte si rivede l’ex Giarre Barbagallo con una tripla. Nell’ultimo periodo l’Alfa allarga la forbice, complici Arena e Florio. Sulla tripla dell’ex Gravina, condita da tecnico a coach Baldaro, si chiudono le speranze dell’Orsa.

«Abbiamo conquistato la vittoria con il cuore – afferma il coach alfista Andrea Bianca –, dobbiamo migliorare. Il vero peso dell’Alfa si potrà vedere quando saremo al completo, al momento Florio e Gottini si stanno sacrificando in ruoli che non sono loro. I risultati stanno arrivando, ma facciamo fatica. Abbiamo trovato grande supporto da Riferi, che è stato l’uomo partita domenica scorsa a Giarre e oggi si è confermato dimostrando di essere un under di lusso. Abbiamo certezze come Consoli, che guida la squadra in maniera egregia. Marco si è alternato con Ferrara che sta crescendo sempre di più. Un plauso ad Abramo, che ha trovato la via del canestro come ci aspettavamo».

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 16/10/2017

Matteo Gottini (foto R. Quartarone)

Va. La Polisportiva Alfa va. Seconda partita e seconda vittoria per il quintetto allenato da coach Andrea Bianca. Sul campo del Leonardo Da Vinci, i rossazzurri superano l’Or.Sa Barcellona del tecnico Dani Baldaro. Dopo il successo colto a Giarre, la squadra del presidente Nico Torrisi concede il bis e viaggia a punteggio pieno in classifica dopo le prime due giornate della Serie C Silver di basket. Complimenti ai barcellonesi, in partita nei primi due quarti ed avversari tenaci e corretti. Primo parziale combattuto. Si lotta punto a punto. L’Alfa chiude avanti per 21-19. Nel secondo periodo, i locali prendono le misure agli avversari. All’intervallo lungo, la Polisportiva Alfa conduce per 39-36. L’Or.Sa tiene con Granic che sgomita sotto le plance e duella con Kolonicny. Nel terzo quarto di gioco, gli etnei cambiano con decisione passo. Il parziale si chiude sul 61-49 per la squadra di casa, che nell’ultimo periodo dilaga. Ottime le prove di Luciano Abramo (17 punti) e Matteo Gottini (19). Bene anche Luca Riferi efficace sotto canestro. Tutto il gruppo da Ciro Ferrara a Marco Consoli, passando per Daniel Arena, Dennis Murphy, Loris Catotti e Alessandro Florio ha fornito risposte importanti. Adesso testa a sabato. Al “Leonardo” arriverà la “Peppino Cocuzza” di San Filippo Del Mela.

Vlatko Granic sta per schiacciare (foto R. Quartarone)

Al termine della partita questo il commento di coach Andrea Bianca: “Vittoria conquistata con il cuore. Ma dobbiamo migliorare. Il vero peso dell’Alfa si potrà vedere quando saremo al completo. Florio e Gottini si stanno sacrificando in ruoli che non sono loro. I risultati stanno arrivando, ma facciamo fatica. Abbiamo trovato grande supporto da Riferi, che è stato l’uomo partita domenica scorsa a Giarre e oggi si è confermato dimostrando di essere un Under di lusso. Abbiamo certezze come Consoli, che guida la squadra in maniera egregia. Marco si è alternato con Ferrara che sta crescendo sempre di più. Un plauso ad Abramo, che ha trovato la via del canestro come ci aspettavamo”.

Andrea Bianca sottolinea: “Abbiamo avuto buona intensità durante i 40 minuti di gioco. L’Or.Sa è una formazione giovane che butta il cuore in campo e gioca il tutto per tutto. Nei primi due quarti hanno lottato su ogni pallone ed hanno un centro di riferimento che ha fatto la differenza. Il campionato è ancora lunghissimo. Sabato ospiteremo il Cocuzza, dopo penseremo alla sfida con l’Eagles Palermo che è la favorita di questo campionato. A me non piace nascondermi. Sicuramente venderemo cara la pelle contro i palermitani, però facciamo step by step. Intanto pensiamo a goderci questa vittoria, da domani penseremo al Cocuzza e poi all’Eagles”.  

 

Addetto stampa

Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.