Giarre espugna Alcamo nella gara delle matricole

Ottime percentuali al tiro e un gran primo periodo… Cinque giocatori in doppia cifra… Domenica ecco Ragusa e un tabù da sfatare…

 Alcamo-Giarre 77–89
15 ottobre 2017 h.18:00
LIBERTAS ALCAMO: Ranalli M. 17, Costadura G. 16, Amato A. 12, Andrè D. 9, Provenzano V. 7, Ajola D. 7, Manfrè F. 6, Genovese F. 3, Abbinanti D. ne, Agrusa C., Bottiglia M., Farina G. ne. All.re: Ferrara.
BASKET GIARRE: Arcidiacono R. 19, Casiraghi C. 17, Vitale G. 15, Marzo A. 14, Motta F. 12, Caminiti F. 8, Ciaurella G. 4, Quattropani G., Cantarella A., D’Urso S. ne, Leonardi A., Leonardi N. ne. All.re: D’Angelo.
Arbitri: Saeli e Micalizzi.
Parziali: 15-26, 22-14; 20-23, 20-26.

Il salto a due tra André e Arcidiacono (foto Uff. stampa Alcamo)

 Se si fosse giocata una “supercoppa” tra le vincenti dell’ultima Serie D, sarebbero scese in campo appunto Giarre e Alcamo. Con una prestazione al tiro clamorosa e un gran primo periodo, in cui Darío André si è caricato di falli, gli uomini di Ignazio D’Angelo (squalificato e sostituito da Simone D’Urso) hanno espugnato il PalaTreSanti.

Le quattro stelle gialloblù, Arcidiacono, Casiraghi, Vitale e Marzo, hanno fatto il loro dovere, ben sostenute da Caminiti, Ciaurella, Motta, Quattropani, Cantarella e A. Leonardi.

Giarre è ora atteso dalla gara casalinga contro Ragusa: si gioca al PalaCannavò domenica 22 alle 17:30. L’ultima sfida tra le due squadre è del 6 gennaio 2016: Ragusa-Giarre 91-59. All’andata aveva però brindato Giarre per 80-65, unica vittoria nei precedenti. Ci sono anche due successi degli iblei nel 2013-’14, in C2. Gli anni novanta sono di marca ragusana (otto precedenti su otto); l’ultima gara è dell’8 marzo 1998: vinsero i ragusani per 63-102 e in campo c’erano da un lato Ignazio D’Angelo e Peppe Quattropani e dall’altro Sergio Trovato.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.