L’Alfa mette la terza contro il Cocuzza

Coach Andrea Bianca: “Bravissimi tutti. Grande intensità e difesa”… Luciano Abramo “Fisicamente voliamo grazie al preparatore D’Antone”...

POLISPORTIVA ALFA  65
PEPPINO COCUZZA 47 

Alfa: Murphy 8, Catotti, Gottini 14, Ferrara, Signorello, Consoli 3, Riferi 10, Gemmellaro ne, Arena 2, Kolonicny 8, Abramo 20. Allenatore: Andrea Bianca.
Cocuzza: Varotta 9, Toto 11, Albo 2, Spanò 2, Polekauskas 17, Porcino, Costantino 4, Bellomo, Cocuzza 2, La Malfa. Allenatore: Agostino Li Vecchi.
Arbitri: Attard di Priolo e Lorefice di Ragusa.
Parziali: 12-14, 34-25, 54-38.

Alfa-Cocuzza 65-47

Polisportiva Alfa Catania: Murphy 8, Catotti, Gottini 14, Ferrara, Signorello, Consoli 3, Riferi 10, Gemmellaro ne, Arena 2, Kolonicny 8, Abramo 20. All.: Bianca.

Cocuzza San Filippo: Varotta 9, Toto 11, Albo 2, Spanò 2, Polekauskas 17, Porcino, Costantino 4, Bellomo, Cocuzza 2, La Malfa. All.: Li Vecchi.

Arbitri: M. Attard e Lorefice.

Parziali: 12-14, 34-25, 54-38.

 

Ed ecco a voi la vera Alfa, squadra dalla forte impronta difensiva e concreta in attacco. Queste due caratteristiche sono fondamentali per affondare il Cocuzza, squadra quotata ma menomata dall’infortunio di Knyza domenica scorsa a Gravina. La sua assenza si fa sentire perché, benché la squadra tenga 15’ sostenuta dalla mano di Varotta e dalla pericolosità sotto l’anello di Polekauskas, poi non c’è modo di scardinare la difesa ordita da Andrea Bianca, così gli alfisti possono prendere il largo.

Ed è così che Luciano Abramo continua a farsi notare per il grande stato di forma, in tandem con un Luca Riferi sempre più solido sotto canestro, Jan Kolonicny che si esibisce in una schiacciata in contropiede e un Dennis Murphy che non sta bene ma riesce comunque a dar prova della sua classe. L’intera squadra gira bene e gli alfisti negli ultimi 20’ posso giocare in tranquillità. Il folto pubblico, freddino contro Barcellona, torna ad applaudire e a divertirsi.

«È una bella vittoria – spiega il general manager Carmelo Carbone –, che vale quattro punti: il divario proprio con i sanfilippesi. Abbiamo giocato con grandissimo impegno, la squadra ha fatto ciò che aveva preparato in settimana, con una grande difesa. Abramo e tutti gli altri meritano la vittoria, è stato un successo del sacrificio. Fra l’altro abbiamo tenuto una squadra che potrebbe esserela terza forza del campionato a 47 punti. Abramo lo conoscevamo sin dai tempi del Cus, ha cominciato la preparazione con noi, si allena con noi ed è entrato nei meccanismi della squadra. Abramo ha ricordato il Byrd dell’anno scorso, ma soprattutto gioca con una gran difesa, ha sciorinato tutto ciò che poteva far vedere, trascinando la squadra».

«Sono felice di aver trovato continuità – afferma la guardia ex Cus –. Abbiamo disputato ancora soltanto tre gare, però, è un buon inizio. Mi sto inserendo sempre di più e se sono decisivo il merito è dei compagni come Gottini che mi cercano e assistono nel migliore dei modi. Sto bene fisicamente come gli altri giocatori grazie al lavoro del preparatore fisico Paolo D’Antone. Puntiamo a vincere più partite possibili».

Carbone continua a elogiare i suoi: «Anche Murphy ha dato ritmo e velocità. In regia Consoli ci ha dato più sicurezza. I ragazzi sono stati eccezionali, tutti, eravamo rimaneggiati senza Florio, mentre loro erano senza Knyza. Oggi il pubblico è stato più caloroso, ha tifato e si è divertito. Soprattutto è stata una partita ben diretta da Andrea Bianca, ha fatto degli accorgimenti difensivi».

Domenica 29 alle 18 a Bagheria si giocherà il big match contro l’Eagles. La corazzata palermitana testerà le potenzialità catanesi, che comunque sono avanti in classifica di due punti. «Domenica per noi ci sarà una prova importante contro l’Eagles Palermo. Ce la giocheremo senza timore», chiude Abramo.

Roberto Quartarone
da “La Sicilia” del 23/01/2017

 

Ottima difesa. Grande intensità. Attacco cinico e un Luciano Abramo “caldissimo” dalla linea dei 3 punti (ne mette 4 su 4). Così la Polisportiva Alfa supera anche la Peppino Cocuzza di San Filippo Del Mela e vola in testa alla classifica a punteggio pieno dopo le prime tre giornate del campionato di Serie C Silver. Gli alfisti scaldano anche il pubblico, che ieri ha tirato fuori la voce oltre ad aver dato la carica alla squadra al suono delle trombette. Entusiasmo crescente. Che nel terzo periodo esplode in un boato quando Jan Kolonicny ruba palla e va a schiacciare con forza e rabbia agonistica per il 46-33. Partita tosta per l’Alfa anche se i18 punti finali di vantaggio potrebbero far credere altro. San Filippo Del Mela, allenato dall’ex nazionale Agostino Li Vecchi, cerca nuovi equilibri sul campo dopo il grave infortunio occorso, domenica scorsa, sul parquet del Gravina a Paulius Knyza (per lui stagione finita). La Cocuzza parte bene e chiude avanti il primo parziale per 12-14. L’Alfa nel secondo periodo sale in cattedra. Manca Florio (out per la febbre), Kolonicny non è al meglio, ma “super” Abramo è in giornata straordinaria. La sua tripla porta i rossazzurri avanti per 31-22. All’intervallo lungo, il team di coach Andrea Bianca conduce per 34-25. Marco Consoli ricama il gioco, nei momenti difficili va a prendersi falli penetrando sotto canestro. Teo Gottini fa il suo, Luca Riferi è un “bulldozer” in ogni angolo del campo, bene anche Daniel Arena e l’americano Dennis Murphy, che gioca 10 minuti intensi e determinati sia in difesa sia in attacco. L’Alfa si esalta negli ultimi due quarti di gioco e spegne i sogni di rimonta degli ospiti.

Il tecnico Andrea Bianca è raggiante: “Abbiamo giocato un’altra partita ad intensità altissima con una difesa eccezionale contro un avversario che sapevamo essere tra le migliori formazioni del torneo. Bravissimi tutti i nostri ragazzi, alla fine siamo riusciti a sopperire all’assenza dell’influenzato Alessandro Florio. Grandissimi Abramo, Murphy, Gottini, i nostri esterni che si sono sacrificati. Ancora una volta grande conferma di Luca Riferi, che fa reparto tra i giocatori interni e dà una grande mano a Kolonicny, che sta prendendo le misure al campionato, ma deve darci ancora qualcosa di più. Domenica a Palermo contro l’Eagles sarà durissima. Ma noi ci siamo”.

Grande inizio di stagione per Luciano Abramo. “La gara di ieri non era semplice – afferma Abramo -. San Filippo Del Mela è una squadra competitiva, che secondo me arriverà tra le prime quattro al termine della regular-season. Abbiamo concesso solo 47 punti, davvero pochi grazie ad una grande difesa di tutta la squadra”. Il numero 95 alfista si gode il suo straordinario momento di forma: “Sono felice di aver trovato continuità. Abbiamo disputato ancora soltanto tre gare, però, è un buon inizio. Mi sto inserendo sempre di più e se sono decisivo il merito è dei compagni come Gottini che mi cercano e assistono nel migliore dei modi. Sto bene fisicamente come gli altri giocatori grazie al lavoro del preparatore fisico Paolo D’Antone. Puntiamo a vincere più partite possibili. Domenica per noi ci sarà una prova importante contro l’Eagles Palermo. Ce la giocheremo senza timore”.    

Addetto stampa

Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.