Addio a Scarpa, che conquistò la B con il Gad

Il lungo di Pordenone aveva giocato anche a Ragusa… 195 cm, rimbalzista e con buoni fondamentali… La promozione e la salvezza…

Paolo Scarpa contende un rimbalzo a Cascella in Gad Etna-Monopoli del 14 novembre 1971 (foto NewPress – “La Sicilia”)

È morto oggi Paolo Scarpa, pivot nato a Pordenone ma fortemente legato alla Sicilia. La notizia è stata diffusa da Pippo GurrieriHa passato tre anni tra Ragusa e Catania raccogliendo soddisfazioni e qualche delusione. Arrivò appena 21enne a vestire la maglia della Virtus: 195 cm, solarità e voglia di imparare nella sua valigia. La squadra giocava in Serie B, ma non si salvò per appena una vittoria. Scarpa comunque non dispiacque.

Tant’è vero che lo volle Totò Trovato al Gad Etna Catania. La squadra etnea voleva riscattare le ultime stagioni e il suo innesto fu decisivo per il salto di categoria: arrivò una promozione in Serie B che ha pochissimi precedenti nella storia etnea.

«Elemento in via di maturazione, più adatto al clima della B che della C – scriveva Rino D’Alessandro su “La Sicilia” -. Lo scorso anno venne fuori nel finale, imponendosi all’attenzione di tutti. Possiede buoni fondamentali ed una grande capacità nei rimbalzi. Gioca da pivot e da esterno avanti».

In Serie B si soffrì tanto, ma la squadra catanese si salvò. In squadra c’erano Tortora, Messina, Greco, Marino, Spanò, Sgroi, Mineo, Mancuso, Raffa e Torrisi, più gli “stranieri” Gallo, Ratta e Lopresti. Era la seconda serie nazionale, che venne comunque abbandonata per i problemi economici. Scarpa così tornò a casa.

Alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.