U-20, Gravina parte con il piede giusto ad Acireale

L’ex Federico Ferrara decisivo nella palestra del Liceo Archimede… Partita equilibrata e vinta di appena tre punti…

Federico Ferrara ai tempi della Mens Sana (foto R. Quartarone)

Acireale – Gravina 70–73
Parziali: 20-24, 41-40 (21-16); 60-63 (19-23), 70-73 (10-10).
Liceo Archimede, 24 ottobre, 19:15

Pol. Basket Acireale: Magazzù, Vasta 2, Cerame 17, G. Gulisano 19, Russo, A. Venticinque 20, Panebianco 8, Privitera 4, R. Gulisano, Visalli. All.: Gumina.
Sport Club Gravina: La Mantia 2, Nicolosi 3, Attanasio, La Spina, Duscio 6, Genovesi 7, Garozzo 4, Ferrara 23, Costantino 8, Alì 17, Renna 4. All.: Gullotti.
Arbitro: Barbagallo.

Acireale – Gravina la solita classica partita, combattuta, intensa, spigolosa tra due compagini quasi senior per cui risulta penalizzante per entrambe le società la designazione di un solo arbitro. L’organico gravinese è tosto, fisicità notevoli con in più Federico Ferrara, alla fine risultato decisivo per i suoi, la scorsa stagione al Mascalucia. Acireale si presenta con il gruppo storico, ormai veterani, che fra l’altro costituisce l’ossatura principale del quintetto della Serie D con l’aggiunta di Vasta, classe ’99, e Privitera, classe 2000, ed atleti 2001 e 2002.Gravina inizia bene la contesa sfruttando i centimetri di Alì, 19 punti per lui, ed i canestri di Ferrara, 23 punti. . Da parte acese risponde Gulisano con 10 punti quasi consecutivi ma il primo tempino viene chiuso dal vantaggio ospite per 20 a 24. Il secondo quarto vede un susseguirsi di tentativi di allungare nel punteggio da parte dei due team ma ogni volta viene subito colamato dalle giocate di Cerame e Gulisano per i locali e dalle triple di Genovesi e Garozzo con La Mantia e Duscio non pervenuti. All’intervallo lungo si va con Acireale in vantaggio, anche se di un punto, 41 a 40, grazie ad un due punti sottomisura di Gulisano. Il terzo quarto segue gli altri due, ritmi altissimi con Venticinque che viaggia spesso in lunetta mentre Ferrara mantiene i propri colori sempre a braccetto anzi è Gravina a chiudere questa volta avanti, 60 a 63. Ultimo quarto ,le due contendenti iniziano ad andare in debito di ossigeno, si ha poca lucidità soprattutto nei granata che sbagliano troppo sotto canestro e dalla distanza. Ferrara mette un tre punti e poi , in precario equilibrio un canestro da due.Gravina va sopra di 5. Risponde Venticinque per il 70 a 73 a 15 secondi dalla fine e la ricerca del fallo per fermare il tempo non premia gli acesi. Il prossimo turno, si attende la comunicazione ufficiale, vedrà i granata giocare ancora ad Acireale contro Mascalucia che vestirà però i panni della squadra di casa non avendo ancora a disposizione il proprio campo di gioco.

BA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.