Giovanili Giarre: iniziano anche gli allenamenti individuali

«Vogliamo formare giocatori autonomi, pensanti e pronti»… Coach Berardi ospite per supportare Vallesi…

L’attività di potenziamento del settore giovanile del Bk. Giarre/CP Giarre continua senza sosta, con altre novità. Martedì è stato infatti invitato il coach Andrea Berardi per spingere sul lavoro sui singoli giocatori e dunque per affiancare agli allenamenti di squadra anche un affinamento delle qualità individuali. Berardi, che si è formato nel settore giovanile della SMG Latina, ha allenato lo scorso anno a Reggio Calabria e quest’anno è a Sora.

«Ho spinto io per iniziare con gli allenamenti individuali – spiega coach Federico Vallesi, fondamentali per curare nei minimi dettagli il singolo gesto. Berardi era con me alla Viola ed è un amico e ci permette di confrontarci: è parte di un progetto di crescita di tutta la struttura. Il giovane giocatore è protagonista del progetto tecnico».

La novità degli allenamenti individuali s’inserisce dunque in quel percorso intrapreso quest’estate e di cui Vallesi è uno dei motori, insieme a Gianni Di Bella. La crescita della prima squadra va così di pari passo con quella dei titolari del futuro, per spingere ancora sul consolidamento dell’ambiente che già da qualche anno sta rilanciando l’interesse verso la palla a spicchi giarrese.

«Il bilancio finora è assolutamente positivo – prosegue il coach palermitano –, c’è spirito di sacrificio e voglia di migliorare, con il supporto delle famiglie. Chiediamo un impegno sempre maggiore, ma tutti hanno risposto presente, comprese le ragazze. Vogliamo far crescere i ragazzi da tutti i punti di vista. Ci interessa formare quanti più giocatori possibile, che siano autonomi, pensanti e pronti, piuttosto che vincere il campionato provinciale. Questo implica delle scelte: quasi tutti fanno doppio allenamento, giocando con la categoria superiore, e un ragazzo promettente come Alberto Saccone non fa la sua categoria, l’U-16, per responsabilizzare i più piccoli. La programmazione è precisa: vogliamo un miglioramento individuale tecnico, tattico, fisico e mentale dei ragazzi».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.