Promozione, Guzzardi e Maida topscorer nel catanese

La vittoria di Zafferana… La miglior prestazione è di Spampinato (42!)… Viola mvp della 2ª… Un solo arbitro: ecco perché…

Piergiovanni Guzzardi, Francesco Formica, Alessandro Ferraro

Il 28 ottobre scorso è iniziata la Promozione, con una formula rinnovata rispetto agli ultimi anni: cinque gironi da sei e cinque promozioni in Serie D. Dopo tre giornate, la notizia più eclatante è venuta da Giarre: Zafferana è tornata a vincere dopo tre anni una partita ufficiale, vincendo di 12 contro Fiumefreddo (e ne ha parlato pure L’umiltà di chiamarsi minors).

Con l’85% dei dati già ricostruiti, la miglior prestazione delle prime tre giornate è quella di Vincenzo Spampinato. I suoi 42 nel derby ennese tra Consolini e Roncalli permette alla squadra di Bruno Milici di vincere bene la prima sfida stagionale. Spampinato, ala del ’96 ex Gravina, è alla miglior prestazione in carriera, superando i 32 punti segnati proprio alla Roncalli l’anno scorso.

Mentre nella terza giornata è stato il pivot Guglielmo Susino (Santa Croce) è stato l’mvp con 32 punti, nella seconda è toccato a Mattia Viola (Olimpia Battiati) con 25 punti. Il play del ’91 ha voluto fortemente il ritorno della sua società in Promozione, dopo due stagioni di pausa, e ora la guida dal campo per dire la propria nel Girone Blu. In classifica marcatori, Viola è dietro Piergiovanni Guzzardi, che gioca tra Scordia e Mascalucia, Giorgio Belluomo, leader e trascinatore della PGS Sales, e Daniele Costanzo, diviso a metà tra Paternò e giovanili dell’Alfa.

Gabriella Di Piazza e Mattia Viola

Nell’altro girone catanese, il blu, stanno vivendo un gran momento Fabrizio Maida e Nico Leonardi, promesse 18enni del vivaio giarrese, insieme a Mario Garozzo e Daniele Signorelli del San Luigi Acireale, tutti protagonisti di una grande partita sabato scorso. La miglior prestazione finora è quella di Daniele Murgo, rinforzo del Fiumefreddo: 25 punti.

C’è anche da parlare della questione arbitri: moltissime gare sono state dirette da un solo fischietto, fatto insolito per il terzo campionato regionale. La scelta del comitato regionale della FIP è dovuta all’abbassamento delle tasse gare: si paga solo 45€, il minimo consentito, ed è stato disposto anche un rimborso di 10€ alle società. A questi costi, non si può far altro che prevedere quasi sempre un solo arbitro, chiedendo alle magliette grigie di fare gli straordinari in solitaria.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*