U-16/F, primo e terzo parziale condannano la Rainbow

La Virtus Eirene vince di 28 punti al Leonardo… Ferlito: «Ho visto una squadra più attenta e disciplinata»…
 

Rainbow – Virtus Eirene 40–68
Parziali: 5-21, 19-35 (14-14); 25-55 (6-20), 40-68 (15-13).
Leonardo da Vinci di Catania, 6 dicembre 19:15

RAINBOW : Chandler 2, Sarcià 9, Giacobbe 6, Greco, Cocina 7, Bon glio, Pittalà, Rapisarda 9, Pennisi di Floristella 7. Coach: Ferlito
VIRTUS EIRENE: Guastella 4, Barca 4, Cardullo 2, Tumino 4, Trovato 14, Olodo 9, Bucchieri 13, Gurrieri 5, Spitaleri, Procopio, Occhipinti 2, Mallo 11. Coach: Baglieri
ARBITRO: Giovanni De Giorgio.

Un time out della Rainbow contro la Virtus Eirene, campionato U-16

Sconfitta interna, per la Rainbow Catania Basket, nella sesta giornata del campionato Under 16. Le ragazze, allenate da Marzia Ferlito hanno ceduto per 40-68 alla Virtus Eirene. Nella gara del “Leonardo Da Vinci”, eletta per l’occasione casa delle catanesi, la Rainbow soffre da subito l’esuberanza delle ragusane, che chiudono il primo quarto con un 5-21 ed un break favorevole di +16.

La seconda frazione di gioco è più equilibrata, con Rapisarda e compagne che registrano un 14-14 che però non muta gli equilibri complessivi del match. La squadra etnea allenta la tensione dopo l’inversione di campo, registrando un terzo parziale di 6-20 per il complessivo 25-55 col quale il confronto giunge agli ultimi dieci minuti. Nel quarto tempo la Rainbow torna solida e riesce ad aggiudicarsi la frazione per 15-13.

A fine gara coach Ferlito analizza così il risultato: «Solitamente rimprovero alle mie ragazze l’atteggiamento e la scarsa grinta in campo, ma ho visto un’altra squadra, a tratti. Più attenta, più a amata e disciplinata. Stiamo lavorando duro e spesso so di chiedere molto a loro, in termini di concentrazione, tempo in palestra e sforzo fisico. È un gruppo che oltre le 2002, annata propria della categoria under 16, ha in sé anche ragazzine del 2003 e del 2004, alcune appena al secondo anno di basket. Segno che possiamo migliorare tanto, ma anche che sta a loro decidere: impegno massimo e disciplina portano a partite più che dignitose, che fanno ben sperare come quella di ieri, contro un avversario di tutt’altra caratura e stazza, con 2 o 3 atlete oltre il metro e ottanta. Superficialità e distrazione portano invece a partite brutte che non vogliamo più disputare. Sono fiduciosa che anche loro vogliano essere, da ora in avanti, quelle di ieri e tener bene a mente dove si può arrivare se si lavora con devozione e tanta fatica».

Tra le la della Rainbow top scorer Rapisarda con 9 punti, così come la classe 2004 Sarcià.

Comunicato Rainbow Catania Basket

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.