C/F, l’andata è finita per Cus e Lazùr

L’Ecoil ha vinto la stracittadina di C sulle cussine… Trapani vincitrice contro entrambe, ma di misura… Equilibrio in vista nel prosieguo del torneo…

L’Ecoil Lazùr Catania chiude il girone d’andata al secondo posto, il Cus Catania è a una vittoria di distanza, al terzo: entrambe le catanesi che partecipano alla Serie C femminile possono guardare con grandi speranze al prosieguo del secondo campionato regionale femminile. In campo infatti hanno dimostrato una netta superiorità sulle tre inseguitrici (Ravanusa, Ragusa e Augusta) e un sostanziale equilibrio con Trapani, la capolista imbattuta.

L’Ecoil ha deciso di vivere senza patemi questa stagione, ma ha dimostrato di poter ambire a grandi traguardi: coach Caltabiano ha messo su una squadretta niente male, con varie esordienti e alcune giocatrici di spessore come Hristova, Condarelli e Indorato. La sconfitta a Trapani è giunta solo all’overtime, Ravanusa (78-35) e Augusta (60-38) sono state travolte, Ragusa è stata piegata nel finale (44-50) ma l’avversaria era rinforzata per l’occasione.

La miglior partita dell’anno è comunque il derby del 10 dicembre scorso contro il Cus Catania: le sorelle hanno ceduto per 46-38, al termine di una sfida equilibrata. Le cussine erano però reduci dalla sconfitta di misura contro le trapanesi nel recupero del 7 dicembre, un 39-40 contestato per com’è maturato ma che ha mandato in orbita le avversarie.

L’arrivo di coach Fabio Laudani, l’esordio di Martina De Lucia e le larghe vittorie su Ragusa (56-31), Ravanusa (33-68) e Augusta (89-23) fanno da preludio a un girone di ritorno che sicuramente renderà ancor più equilibrato il torneo. In attesa di fase a orologio e play-off, c’è tempo per le sorprese.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.