Il buon Natale delle formazioni del CUS Catania

Partitelle, cene, festa in campo… Sangiorgio: «Annata proficua, si fa sport nel rispetto della vocazione dell’ente»…

Un’altra formazione giovanile schierata ad albero di Natale (foto uff. stampa CUS)

Intensa settimana prenatalizia per il CUS Catania Basket. Nel Palazzetto centrale del CUS si sono alternate le varie rappresentative per il tradizionale scambio di auguri. Le under 13 e 16 hanno optato per partitelle a tema con tanto di cappellino natalizio ed apposito sottofondo musicale. L’Under 18 e le Prima Squadra maschile e femminile si sono, invece, ritrovate mercoledì sera per una serata-evento. Cena collettiva e successiva sgambata sul parquet hanno fatto da apripista al momento clou della serata: la realizzazione di un video di auguri ad opera della dirigenza, dello staff e degli atleti (visibile all’indirizzo https://streamable.com/ypy0v ).

Immancabile, inoltre, il discorso di Michelangelo Sangiorgio (Responsabile della Sezione Pallacanestro CUS Catania) che ha tracciato un bilancio dell’anno che volge alla conclusione. «È stata un’annata proficua per i nostri colori – ha dichiarato Sangiorgio –. I talenti prodotti dal vivaio del CUS militano nelle principali compagini etnee, confermando la bontà del nostro progetto che è tradizionalmente votato alla formazione umana/sportiva dei giovani atleti».

Oltre ciò, Sangiorgio ha anche passato in rassegna la stagione in corso d’opera: «Dopo 16 anni il CUS Catania può contare su una squadra femminile, in ossequio ad un progetto avanzato da atlete universitarie che ha trovato il nostro pieno appoggio sin dall’inizio. Prettamente “universitaria” è anche la prima squadra maschile, costituita da ragazzi Under 18 e da studenti dell’Ateneo Catanese, tra cui tre siracusani ed un taorminese. Questa è la dimostrazione che si può fare sport di livello nel totale rispetto dalla vocazione del nostro ente. Ed è proprio lungo questo sentiero che dobbiamo continuare a spenderci».

Giuseppe Sbirziola
Ufficio Stampa CUS Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*