Tanto equilibrio, ma Ragusa la spunta su Giarre

Sorrentino decide la gara con i liberi… Arcidiacono e Marzo migliori marcatori… Di Gregorio: «Giarre ci ha messo i bastoni fra le ruote»…

Virtus Euromotor Ragusa VS Basket Giarre : 55-52
Parziali: 14-16, 31-30, 42-41, 55-52

Virtus Euromotor Ragusa: Vacirca, Girgenti, Simon, Idrissou 5, Comitini n.e., Dinatale 10, Licitra 4, Scillone n.e., Carnazza 5, Ferlito 6, Canzonieri 16, Sorrentino 9. All. Di Gregorio
Basket Giarre: Costanzo n.e., D’Urso 3, Maida n.e., Vitale 7, Arcidiacono 18, Marzo 15, Spadaro, Cantarella, Motta, Casiraghi 9. All.: D’Angelo

Per la Virtus Euromotor Ragusa l’imperativo era vincere. Vincere per ribaltare l’andamento iniziale del nuovo anno, in seguito all’amara sconfitta della settimana scorsa contro l’Eagles Palermo, e farlo tra le mura amiche del Palapadua ha sempre un gusto più dolce.

Contro il Basket Giarre, i punti segnati sono pochi, così come lo scarto tra le due squadre, sono solo tre i punti che permettono agli iblei di portare a casa la vittoria, segno di una partita combattuta, tiratissima fino all’ultimo secondo sul cronometro.

La Virtus ritrova Licitra, dopo l’influenza dei giorni passati, ma soffre la mancanza di Mammana, out per motivi lavorativi.

Canzonieri, miglior realizzatore virtussino, Carnazza e Sorrentino permettono di spingere sempre un po’ più su, Idrissou recupera in post basso ma l’anello sembra stregato.

La palla fatica ad entrare, per ambedue le squadre.

Giarre continua a correre e più volte l’esperienza si dimostra l’elemento determinante per tenere aperto il match fino alla fine.

I ragusani non riescono ad accelerare il ritmo, subiscono il gioco a metà campo degli ospiti, con Arcidiacono e Marzo a firmare la maggioranza delle conclusioni.

Un andamento serrato detta un finale incerto, Giarre spreca l’ultima opportunità preziosa per chiudere la gara e la Virtus ne approfitta, con Sorrentino che subisce fallo e decide la partita ai liberi, conquistando due punti sudatissimi.

“Giarre è, seppur neopromossa, una squadra ben organizzata– riflette coach Di Gregorio caratterizzata da giocatori di grande esperienza, che ci hanno messo i bastoni tra le ruote, costringendoci spesso a rallentare. È stato un match a basso punteggio, non siamo riusciti a fare canestro e questo ha contribuito a decidere tutto all’ultimo secondo. C’è da lavorare ma prendiamo il positivo di questa vittoria, contro una diretta concorrente ai playoff. D’ora in poi ogni partita è fondamentale, cercheremo di dare il meglio. Riguardo Sorrentino, sul finire di gara ha avuto un problema alla caviglia, nei prossimi giorni capiremo l’entità del problema, speriamo recuperi quanto prima.”

 

Marianna Triberio

Area Comunicazioni Virtus Euromotor Ragusa

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.