U-18: prima sconfitta (di misura) dell’Alfa con il Cus

Stracittadina fisica e nervosa… Dinolfo e Pappalardo tra i migliori… Incomprensione difensiva dà via libera al Cus Catania…

Lorenzo Dinolfo

Dopo dieci vittorie di fila arriva la prima sconfitta per l’Alfa Basket Catania nel campionato Under 18. I rossazzurri di coach Enrico Famà cedono, al Leonardo Da Vinci, contro il Cus Catania “B” nel secondo turno del girone di ritorno. Punteggio finale di 59-58 per i cusini, cinici e freddi nei momenti decisivi della partita. In casa Alfa pesa come un macigno l’assenza del “lungo” Ciccio Gemmellaro, fermo ai box per un problema al ginocchio.

Stracittadina molto fisica, troppo nervosa, con punteggio sempre in bilico e susseguirsi di vantaggi per l’una e l’altra formazione. Incontro deciso negli ultimi dieci secondi, con gli ospiti abili a sfruttare un’indecisione dei padroni di casa. Palla in mano agli alfisti avanti di un punto, che perdono ingenuamente il possesso mandando in contropiede il Cus. Stoppata di Lorenzo Dinolfo, uno dei migliori in campo insieme con Pappalardo (ha realizzato i due liberi del sorpasso portando l’Alfa sul 58-57), rimessa a sei secondi dal suono della sirena per gli ospiti, che approfittano di una incomprensione tra Patanè e Garufi trovando un uomo libero dentro il pitturato che realizza il canestro della vittoria.

In casa Alfa si paga la mancanza di lucidità nei momenti caldi della partita e l’uscita di Costanzo a due minuti dal termine per cinque falli evitabili. Un vero peccato. Il ragazzo stava giocando benissimo, ma non può permettersi queste ingenuità soprattutto in un derby.

Questo il tabellino dell’Alfa Basket Catania: Dinolfo 4, Russo 4, Garufi 11, Pappalardo 6, Formica 4, Costanzo 10, Patanè 19, Guglielmino ne, Mauro, Colletta.

Lunedì 29 gennaio gli alfisti faranno visita all’Elefantino (PalaCatania, palla a due alle ore 17,30). L’obiettivo è uno solo: tornare subito alla vittoria e continuare la marcia spedita in testa alla classifica del girone.

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania
Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*