Cus Cus poco incisivo contro il Panormus

Ancora una prova incolore… L’asse Fonte-Pappalardo per ravvivare primo e ultimo periodo… Quattro triple di Cincotta…

Catania-Palermo 30-57
Cus Cus Catania: Barcella ne, D’Angelo, Pappalardo 10, Garraffo, Petronio, Messina 4, Scuderi 2, Chillemi 2, Condarelli, Fonte 10, Balsamo 2. All.: Di Piazza.
I Ragazzi di Panormus: A. Gambino, Di Santo 5, Rotino 12, Gennaro 2, Cincotta 27, Lobue 9, Fontana, Ljatifi 2, Zerillo, Boncimino. All.: M. Gambino.
Arbitri: Viglianisi e Simone. Udc: Signorino, Foti e Quartarone.
Parziali: 8-12, 12-30, 18-43.

Ancora una prova incolore per il Cus Cus Catania, che perde il derby di Sicilia contro I Ragazzi di Panormus dopo i due periodi centrali molli e inefficaci. L’avvio era stato promettente: dal 2-8, Fonte e Pappalardo hanno spinto fino al pari. Poi poche luci e tante ombre fino all’ultimo parziale, ravvivato grazie all’asse play-pivot: c’è poco da salvare di una gara che poteva riservare ben altre soddisfazioni per i catanesi e che rimane tabù. Procede bene l’inserimento del 16enne Francesco D’Angelo, rimasto a lungo in campo e tenendo ben testa agli esperti avversari. Tra le file palermitane, come sempre l’avversario più temibile è stato il normo Luca Cincotta, inarrestabile autore di quattro triple.

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 29/11/2018

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.