Adrano dominante, spazzata via la capolista Gela

Whatley solista eccezionale, gli schemi di Morelli sempre più oliati… +30 di massimo vantaggio, nel finale Gela rosicchia…

Adrano – Gela 85–71
Parziali
: 23-13; 47-32 ( 24-19); 72-50 ( 25-17); 84-71 ( 13-21)
Tensostruttura di Adrano, 4 febbraio, 18:00

SPORTING CLUB ADRANO: Whatley 39, Pennisi 25, Ricceri 8, Leanza 7, Russo 3, Bascetta V. 2, Grasso 2, Bascetta M. 1, Amoroso, La Manna. All.re: Morelli.
SB BASKET SCHOOL GELA: Sanfilippo 21, Caiola E. 19, Filetti 14, La Rosa 12, Martorana 3, Longo 2, Caiola G., Truculento, Dispinzeri, Lo Iacono, Manciavillano F., Ribbrello A. All.re: Bernardo.
ARBITRI: Ferraro e Filesi. UDC: Mureddu e Delle Vergini.

Tutti in piedi per quest’Adrano. Canta così la “Tensostruttura” a fine match. Adrano “trivella” la capolista Gela, lo fa con una prestazione di squadra stellare in cui gli uomini di Bernardo ci hanno capito poco o nulla soprattutto nei primi due quarti quando i gelesi sono stati pesantemente messi sotto nel ritmo e nella qualità di gioco. Che quest’Adrano non aveva nulla a che vedere con quello autunnale è inutile e persino superfluo ribadirlo. Quest’Adrano è uno spettacolo per gli occhi, Gela, reduce da otto successi di fila, esce dal fortino della “Tensostruttura” con le pive nel sacco e con la consapevolezza che ad Adrano non è stata e non sarà l’unica squadra ad uscire sconfitta.

Quando la squadra gioca come ha fatto con i gelesi, non ce n’è per nessuno: ritmi esasperati sin dal pronti via, pressing a uomo e a tutto campo, intensità difensiva e cinismo in attacco. Gli schemi di Morelli continuano ad oliarsi sempre più, un’orchestra che suona una sinfonia all’ unisono con un solista eccezionale come Whatley. Lo statunitense, 39 punti in referto, ha triturato la difesa gelese, ma ad esaltare il cestista stelle e strisce c’è una squadra tosta che lo mette sempre nelle condizioni di esprimersi al massimo.

La partenza degli adraniti è a cannone e Gela incassa il primo canestro della partita dopo appena 4″ con Pennisi (25 punti per lui ma anche 5 fallì e match finito in anticipo) che raccoglie la palla a due di Whatley e sblocca subito il parziale. Gela fa una faticaccia assurda, la capolista prende un break di 8 a 0 e deve attendere 3′ per i primi due punti. La difesa di Morelli funziona alla grande i gelesi perdono una quantità enorme di palle e vengono surclassati sui rimbalzi. 23 a 13 il primo mini tempo e all’inizio del secondo Pennisi inizia a sparare da tutte le parti realizzando 13 punti che ci consentono di allungare ancora.

Alla pausa lunga va avanti Adrano di 15 punti che diventeranno 30 a meta’ del terzo quarto, massimo vantaggio. Ma andare a 3 mila all’ora per tutti i 40′ è impossibile e Gela accorcia arrivando al -22 a conclusione del terzo quarto. Ultimo quarto e Gela, dopo non averci capito nulla per mezz’ora, ha uno scatto di orgoglio accorciando ancora ma non dando mai nemmeno lontanamente l’impressione di potersi ribellare al risultato. A fine gara è tripudio per Adrano che torna nelle prime quattro in classifica in attesa di far visita domenica ad Amatori in quel di Messina.

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET
DAVIDE D’AMICO

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.