L’Inner Wheel dona la giostra inclusiva a Paternò

Oggi l’inaugurazione… Progetto nato grazie alla collaborazione del Cus Cus Catania, della Virtus Eirene Ragusa e del Basket Club Paternò…

Il taglio del nastro: il sindaco Nino Naso e la presidentessa dell’Inner Wheel Anna Maria Marraffa (foto R. Quartarone)

Un lungo percorso si è concluso questa mattina nel giardino del Sorriso di Paternò, dove il Club Inner Wheel Paternò-Alto Simeto e il Comune di Paternò hanno inaugurato la giostra inclusiva donata alla cittadinanza dal club service. Alla presenza delle autorità e di una delegazione del Cus Cus Catania, una trentina di persone ha festeggiato un gioco che permette a bambini normodotati e diversamente abili di giocare insieme nel parchetto di viale dei Platani.

«Siamo molto contente di essere nel parco, per inaugurare la giostra – spiega la presidentessa dell’Inner Wheel, Anna Maria Quartarone Marraffa –. Abbiamo lavorato tanto, insieme a molti amici, e per noi la realizzazione di questo service è importantissima. Speriamo che la giostrina venga usata al meglio, l’obiettivo è accorciare la distanza tra i bambini normodotati e quelli diversamente abili, per abbattere le barriere fisiche e mentali».

Il primo giro in giostra: la piccola Miriam Pellegrino e Giuseppe Garraffo “giocano” insieme (foto R. Quartarone)

Tutto parte il 10 settembre scorso: l’evento “Se giochi tu, gioco anch’io” è stato organizzato proprio per raccogliere fondi mirati all’acquisto della giostra. Circa 200 persone sono intervenute nel campetto esterno del palazzetto di via Bologna e la presenza delle squadre del Cus Cus Catania, della Virtus Eirene Ragusa e del Basket Club Paternò ha permesso di assistere a due partite di pallacanestro, di cui una in carrozzina.

La somma raccolta è stata destinata proprio all’acquisto della Giostra Carosello Inclusiva: l’Edil Houses l’ha installata gratis, in un’area in cui vi sono altri giochi per bambini e che presto verrà fornita di una scivola che dà sulla strada e di un vialetto per l’accesso alla giostra.

«Ringrazio le socie dell’Inner Wheel, che si sono spese molto – prosegue la presidentessa -, così come le squadre del Cus Cus Catania, della Virtus Eirene Ragusa e del Basket Club Paternò e un nostro fan che rimane anonimo. Le autorità locali ci hanno supportato, così come l’impresa che ha installato la giostra e infine l’associazione “Presenti per Paternò” e il sito “Basket Catanese”».

La presidentessa Marraffa mostra la targa apposta sulla giostra (foto R. Quartarone)

Il taglio del nastro è affidato al sindaco, Nino Naso, accompagnato dal vice sindaco Ignazio Mannino e da vari componenti del consiglio comunale. Il primo giro della giostra tocca alla piccola Miriam Pellegrino e a Giuseppe Garraffo, giocatore del Cus Cus. È così che il nome dell’evento si evolve: a “Se giochi tu, gioco anch’io“, si risponde “Sì, vieni, gioca anche tu!

Il Club Inner Wheel Paternò-Alto Simeto ha così completato il service per l’anno sociale 2017-2018, inserito nel programma internazionale che mira a lasciare un’eredità di lunga durata.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.