Giarre ha vita facile contro Agrigento e si rilancia

Il 21-0 tra primo e secondo periodo chiude i giochi… Agrigento segna da tre… D’Angelo dà spazio a N. Leonardi e M. Costanzo… La corsa per la salvezza…

Giarre – Agrigento 77–48
Parziali: 22-5, 47-18 (25-13); 65-31 (18-13), 77-48 (12-17).
PalaCannavò di Giarre, 11 febbraio, 18:00

Basket Giarre: M. Costanzo 6, Quattropani 3, D’Urso, Vitale 14, Arcidiacono 13, Ciaurella © 6, N. Leonardi 6, Marzo 3, Spadaro 6, Cantarella 2, Motta 4, Casiraghi 14. All.: D’Angelo.
Fortitudo Agrigento: Savoca © ne, Lo Nigro 3, D. Roccaro, Moricca 10, Sacco 3, Zhgenti, Magro 5, T. Roccaro 15, Carità 10, Gentile 2. All.: Giovanatto. Vice: Ferraro.
Arbitri: Massari e Lorefice. Udc: Panebianco, Ferrara e Tarda.

Buona prova per Claudio Casiraghi (foto R. Quartarone)

«Se non vinciamo questa…» è il commento che più si sente al PalaJungo nei minuti che precedono la sfida fondamentale del Basket Giarre contro la Fortitudo Agrigento. «Ma davvero hanno perso contro di loro all’andata?» è il motivetto che si sente invece durante la partita. I volenterosi giovani agrigentini, che non possono ancora contare sulla stellina Luca Savoca, seduto in panca, cedono di schianto nel primo periodo e non si riprendono più, lasciando gli ultimi 20′ al garbage time.

I gialloblù si riprendono dopo la batosta contro il Cus e lo stop a Bagheria giocando con intensità e massimo impegno: la freccia Gabriele Vitale arma le mani di Claudio Casiraghi e Riccardo Arcidiacono e per i biancazzurri ospiti non c’è niente da fare. La difesa a uomo asfissiante viene annullata da un’ottima pressione della zona giarrese, le palle recuperate vengono trasformate in oro. Dal 15-5 firmato dalla tripla di Arcidiacono, parte un break da 21-0 che decide la gara in favore dei padroni di casa.

Capitan Gianfranco Ciaurella (foto R. Quartarone)

Gli agrigentini segnano solo da tre (ben 9!), non s’avvicinano al ferro e permettono ai lunghi giarresi grandi libertà. È così che coach Ignazio D’Angelo inizia un ampio turnover, che porta in campo per lungo tempo Nico Leonardi e Martino Costanzo. Proprio sul tandem delle due stelline dell’Under-20 arriva l’azione della partita: il play alza un pallone per la guardia, che appoggia a canestro in una sorta di alley-oop. È il 74-41, la partita è ampiamente finita.

A tre giornate dalla fine, si fanno i calcoli. Giarre deve vincere almeno a Barcellona e contro il Basket School due scontri diretti se vuole sperare nell’ottavo posto, con la speranza anche di fare il colpaccio a Gravina all’ultima giornata. Due tra Cocuzza  e Bk. School (18 punti), Alcamo e Giarre (16), Barcellona (14) dovranno giocarsi la salvezza con Agrigento e Cus: moltissimo dipenderà da quelle sfide.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.