La Fenice è cresciuta, ma la Lazùr la batte

Fino al 30′, partita equilibrata… Condarelli e Amara decisive nella vittoria finale… Lombardo sempre più miglior marcatrice…

Lazùr – La Fenice 56–42
Parziali: 14-11, 25-20 (11-9); 38-37 (13-17), 56-42 (18-5).
PalaArcidiacono di Catania, 10 febbraio, 18:00

Ecoil Lazùr Catania: Condarelli 14, Scaccianoce 2, Hristova © 2, Pafumi 8, Indorato 2, Licciardello, Desi 2, Amara 19, Cardea 4, De Lucia ne, Borzì 3. All.: Caltabiano.
La Fenice Ravanusa: Cassetti 4, Lombardo 24, Cutaia 9, Morreale, Sanfilippo, Latino 3, Sciangula 2, Falletta, Chiarelli. All.: Brancato.
Arbitro: Alice Foti.

L’Ecoil-Lazùr si avvicina allo “spareggio” per il secondo posto vincendo contro La Fenice. È una partita ben diversa da quella della prima giornata: le agrigentine sono cresciute, Flavia Lombardo è di gran lunga la miglior marcatrice della categoria, coach Brancato conta di più anche sulle altre ragazze.

Ma è anche vero che l’Ecoil è cresciuta altrettanto, grazie anche all’innesto di giocatrici d’esperienza. È così che le ospiti tengono botta fino al 30′, per poi cede sotto i colpi di Amara e Condarelli. In campo c’è anche Claudia Licciardello, la più piccola delle tre sorelle, che aveva già quattro presenze alle spalle nel 2013-’14.

Sabato 17 alle 20:30 si giocherà al Leonardo da Vinci: il derby etneo ha ancora in palio il secondo posto alle spalle di Trapani.

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*