La Trogylos Priolo s’impone sulla Rainbow

Roster etneo all’osso, torna in campo Bruni… Partita aperta nei primi due quarti… La coach: «Al lavoro già da subito»… 

TROGYLOS-RAINBOW 54–38

TROGYLOS PRIOLO: Cigic 23; Spampinato 8; Karlsone 10; Capici 3; Cocina; Gaudioso ne; Marmo; Seino 10; Caliò. Coach: Catanzaro
RAINBOW CATANIA: Parrinello 5; Nucera 3; Ferlito n.e.; Caruso 2; Bruno 2; Parisi n.e.; Bruni 3; Chiarella 13; Greco ne; La Manna 10; Spina ne; Pennisi ne.
PARZIALI: 8-6; 29-20; 42-28
Arbitri della sfida: Francesco Giunta di Ragusa (1° arbitro) e Paolo Filesi di Chiaramonte Gulfi (2° arbitro)

Nucera affronta Spampinato (foto A. Daniele)

Arriva una sconfitta, per la Rainbow Catania Basket, che, nella quindicesima giornata di Serie B femminile, cede per cede per 54-38 alla Trogylos Priolo. Le etnee si presentano alla gara del “PalaAkradina” di Siracusa con le assenze delle lungodegenti Ferlito e Parisi ,un roster rimpolpato da alcuni elementi della formazione Under 18 e con la stessa Deborah Bruni nella doppia veste di coach e giocatrice. Il primo periodo di gioco si chiude con un equilibrato 8-6, in favore delle padrone di casa. La forbice tra le due formazioni comincia ad allargarsi nel secondo quarto, chiuso sul 21-14 dalle priolesi, che mandano il match ad un 29-20 complessivo, alla pausa lunga. Un risultato ancora aperto, per la Rainbow, che però, complice anche una non felice media ai liberi (3/12 dalla lunetta) cede ancora il passo alla Trogylos, trascinata dal Cigic, che incrementa ancora il proprio vantaggio, portando la sfida sul 42-28 complessivo, a dieci minuti dal termine. Nell’ultimo quarto le etnee combattono punto a punto, ma il 12-10 di frazione, in favore delle avversarie, manda in archivio la gara.

La Manna e Parrinello di fronte a Cigic (foto A. Daniele)

A fine partita coach Deborah Bruni analizza così la gara: ” La partita e’ stata strana. Bravi loro a concretizzare di più’ . Forse avrei voluto un arbitraggio più’ equo. Troppi, i falli a nostro carico, pochi quelli fischiati a loro . Resta il fatto che, nonostante tutto, abbiamo sempre la differenza punti a favore nostro . Il campionato è ancora lungo . Anche io sono scesa in campo, visto che nella squadra avversaria c’e’ una mia coetanea e vista la nostra infermeria piena. Siamo una famiglia e se c’è bisogno di dare una mano la diamo tutti. Da ora si pensa già a sabato prossimo ,ricominceremo a lavorare domani stesso (oggi, ndr). Mi dispiace aver sentito poca sportività sugli spalti. La gente purtroppo fa fatica a capire che lo sport è unione, sacrificio, considerarsi parte di un gruppo”.

 

La photogallery di Anna Daniele @Facebook

San Pietro Clarenza 12/02/2018

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*