U-15: Gravina vince e blinda il primo posto

La squadra di Davide Aretino dimentica lo stop di Mascalucia vincendo contro Giarre… Il coach: «Non ho pressioni, i ragazzi giocano di squadra e crescono»…

La vittoria dell’Under-15 del Gravina sul Giarre per 78-49 consolida il primo posto della squadra allenata da Davide Aretino. Il primo stop stagionale contro Mascalucia, una diretta inseguitrice, non ha intaccato la marcia: vinte otto delle nove partite fin qui disputate, diventa ora fondamentale per la qualificazione la gara del 22 febbraio a Belpasso contro l’Azzurra, l’altra concorrente per la seconda piazza distante soli due punti.

«È il secondo anno che seguo i ragazzi – spiega coach Aretino -. Quest’anno abbiamo deciso di sdoppiare il gruppo: senza i 2002, ai 2003 abbiamo aggiunto i 2004 e partecipiamo sia all’U-15 che all’U-16. Dopo il secondo posto della passata stagione, i ragazzi sono cresciuti molto tecnicamente, due-tre giocatori hanno grandi capacità, ma io preferisco esaltare il gioco di squadra. Tutti devono ancora crescere per l’agonismo e il carattere, ma l’acquisiranno grazie anche al confronto con le squadre U-16. Il presidente Natale De Fino scommette sul basket giovanile e non mi mette pressioni, questa tranquillità i ragazzi l’avvertono e qualcosa di buono ne viene fuori».

Con le novità sulla fase nazionale, il campionato è stato accorciato: dopo il ritorno ci sarà una fase a orologio di quattro giornate, la vincente affronterà nei quarti la campionessa del girone messinese, probabilmente l’Alias Barcellona ancora imbattuta. «Abbiamo perso solo a Mascalucia – prosegue Aretino -, dove abbiamo giocato male, i ragazzi erano troppo preoccupati, ma gli avversari hanno grossi meriti, mi sono piaciuti e sono cresciuti. C’è una buona competizione nel girone, sono piacevolmente sorpreso da come i coach preparano i loro ragazzi: avranno un futuro. Contro Belpasso dovremo mantenere almeno 31 punti di distacco, l’Azzurra ha l’aggressività che vorrei avessero i miei ragazzi. Anche Giarre ha una bella squadra».

Nell’altro girone, ha un ruolino di marcia molto simile la capolista Cus Catania allenata da Luca Reitano, che vinto anche lei otto delle nove partite fin qui disputate. La insegue l’Aretusa, che ha quattro punti di ritardo.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.