Una combattuta vittoria per la Rainbow a Palermo

Ancora grande partita di Francesca Chiarella… Generosa Ferlito, nel finale bene Caruso… Bruni: «Vinto di cuore»…

STELLA – RAINBOW 59–65

STELLA PALERMO: Perdichizzi; Celona 2; Bisconti; Vento 7; Riccardi 17; Bonnì 13; Vigilante 4; Ventimiglia 5; Gangi; Cafiso 11; Matera; Bianco. Coach: Avellone
RAINBOW CATANIA: Parrinello 5; Nucera 7; Ferlito 5; Caruso 15; Bruno; Bruni 5; Chiarella 21; Greco ne; La Manna 7; Magrì; Spina; Rasino ne. Coach: Greco
PARZIALI: 15-20; 31-40; 41-48
Arbitri: Arturo Tartamella di Trapani (1° arbitro) e Bruno Licari di Marsala (2° arbitro)

La Rainbow Catania Basket espugna il “PalaMangano” ed ottiene la dodicesima vittoria stagionale. Le etnee regolano per 59-65 la Stella Palermo in un confronto combattuto fino all’ultimo, ottenendo due punti che proiettano Ferlito e compagne verso la vetta della Serie B femminile siciliana.

Nel primo quarto le ospiti sfoderano le triple di Nucera e Bruni, ancora una volta in campo a fianco delle sue ragazze. Palermo, dal canto suo, risponde con le bombe di Vento e Riccardi. Il 15-20 della prima pausa indica equilibri che saranno mantenuti lungo tutto il match. Nel secondo periodo la Rainbow incrementa ancora il vantaggio, seppur di poco. Nucera mette la seconda tripla della sua gara, imitata, due volte, da Fabiola Caruso. A chiudere lo score della frazione la solita Francesca Chiarella, con 4 punti ai liberi, preceduti e seguiti, a loro volta, da una prestazione di grande sostanza. Si va alla pausa lunga sul 31-40. Dopo il cambio campo la gara si contrae, con un terzo periodo di scarsa vena per entrambe le formazioni. Tra le fila Rainbow brilla il “+3” di Flavia Parrinello a cui fanno seguito altri 5 punti firmati dalla Chiarella, utili a tenere a bada le padrone di casa, trascinate nel tentativo di rimonta da Elena Riccardi. Si arriva agli ultimi dieci minuti di gioco su un 41-48 apertissimo. Le ragazze di coach Avellone provano lo sprint con i colpi di Cafiso e Ventimiglia ed una Riccardi fredda dalla lunetta. Tra le ospiti si segnala il tiro da tre di capitan Ferlito, autrice di una prestazione di grande generosità, pur limitata da condizioni fisiche non perfette. L’opera viene completata dal gran finale targato Caruso, protagonista con cinque punti che mettono in cassaforte il risultato.

A fine partita arriva il commento di coach Bruni: “Abbiamo vinto di misura contro una squadra aggressiva e ben organizzata. Un applauso va alle nostre avversarie che, nonostante siano ormai fuori classifica, hanno giocato un bella partita, nella quale abbiamo dovuto sudare parecchio il risultato. Non ci hanno regalato nulla. Abbiamo vinto di cuore. La nostra prestazione è stata costruita da tutte quante noi, un mattoncino alla volta. Voglio però sottolineare la prova di capitan Ferlito che, nonostante non sia ancora in buone condizioni, è entrata ed ha dato il cuore, facendoci vincere la partita. Sabato avremo l’ultimo scoglio. Con un successo avremo vinto il campionato, questo era l’obiettivo e ci siamo riuscite grazie a queste ragazze, che ringrazio dalla prima all’ultima”.

Ancora una volta, la palma di top scorer della gara va a Francesca Chiarella, autrice di 21 punti senza triple a referto.

San Pietro Clarenza 25/02/2018

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.