Gara-1 appannaggio del scolari, Cus insegue

Messinesi sempre avanti nel punteggio… I tentativi di rimonta etnei… L’infortunio a Mazzù… Cinque catanesi in doppia cifra…

 

Gruppo Zenith Messina – CUS Catania 95-83

Parziali: 30-27; 21-15 (51-42); 27-23 (78-65); 17-18.

Gruppo Zenith Messina: Scimone 3, Romeo 2, Buono 2, Squillaci 19, Cavalieri 22, Hendrych 19, Mazzù, Fathallah 7, Corazzon 21, Faye, Cordima n.e.. Allenatore: Ciccio Romeo

CUS Catania: Lo Faro 10, Arcidiacono, Vasta 2, Cuccia n.e., Bonaccorsi 11, Persano 16, Chisari 9, Corselli 12, Murphy 6, Fichera 2, Alescio 15. Allenatore: Gaetano Russo

Arbitri: Miragliotta e Licari

Romeo marca Murphy (foto Uff. stampa Bk. School)

Il Gruppo Zenith Messina si aggiudica gara 1 dei play out, superando il CUS Catania con il punteggio di 95-83. I peloritani hanno sempre condotto il match raggiungendo anche un vantaggio di 16 lunghezze, sul 68-52, riuscendo alla fine a tenere a distanza di sicurezza i cussini che hanno sempre cercato di rimontare, ma alla fine non ce l’hanno fatta. Il ritorno di Hendrych, nonostante fosse in condizioni precarie, ha giovato al team peloritano, il giocatore ceko ha realizzato 19 punti (7/10 da due e 5/7 ai liberi e 10 rimbalzi). In doppia anche capitan Cavalieri con 22 punti (2/2 da due, 3/6 da tre 3, 9/10 ai liberi, 6 rimbalzi e 4 assist), Corazzon con 21 punti (9/15 da due, 1/1 da tre) e Squillaci con 19 punti (1/2 da due, 4/9 da tre e 5/8 ai liberi). Peccato per l’infortunio occorso a Ciccio Mazzù, che in questa fase cruciale della stagione stava offrendo un ottimo contributo alla sua squadra. Messina ha trovato continuità in attacco, perforando la zona avversaria con ben 11 triple (42%), tirando con il 58% da due ed il 70% ai liberi. Il Cus Catania è stato avversario caparbio, che ha destato una buona impressione, Lo Faro e compagni non hanno mai mollato uscendo a testa alta dal PalaTracuzzi e questo la dice lunga sulla prestazione dei messinesi.

Ciccio Romeo manda in campo Fathallah, Squillaci, Corazzon, Cavalieri e il ritrovato Hendrych. Gaetano Russo, assente Mazzoleni, risponde con Murphy, Alescio, Corselli, Lo Faro e Bonacorsi. Il primo periodo è molto divertente, le due squadre segnano a raffica. Il canestro iniziale di Corazzon, due triple di Cavalieri e quella di Squillaci lanciano Messina sul +7, mentre per Catania segna solo Corselli (11-4). Bonaccorsi, Alescio e Corselli realizzano un parziale di 9-4, è Hendrych a permettere ai padroni di casa di mantenere il vantaggio (15-13). Corazzon penetra e segna, poi ruba palla e va a schiacciare (19-13). Dopo i liberi realizzati da Bonaccorsi, Cavalieri con un gioco da tre riporta i suoi sul +7. Gli risponde Lo Faro dall’arco, ma ancora il capitano biancorosso capitalizza un fallo di Murphy dalla lunetta, poi il canestro di Hendrych, che mette anche l’aggiuntivo, regalano il +9 ai padroni di casa (27-18). Murphy e Boanccorsi accorciano (28-22). Mazzù prende il posto del positivo Hendrych, ma la sua partita dura pochi minuti per via di un infortunio. Nel finale del quarto, gli ospiti si riavvicinano grazie a Corselli e Lo Faro (30-27). Nel secondo periodo Murphy riporta a -1 i suoi, ma due centri di Hendrych valgono il 34-29. Corselli risponde per le rime ed è nuovamente +1 per Messina che con Cavalieri dalla linea della carità e la bomba di Corazzon riprende fiato (39-33). Al 15’ scolari sul +7 grazie alla bomba di Fathallah che finalmente si sblocca. Messina difende meglio che nella prima frazione, ancora Corazzon e doppio Hendrych dalla lunetta riportano i biancorossi sul +9. (46-37). La situazione falli penalizza i cussini, il Gruppo Zenith va spesso in lunetta e con Buono, Romeo ed Hendrych vola sul +11. Il primo tempo si conclude sul 51-42.

Bonaccorsi difende su Hendrych (foto uff. stampa Bk. School)

Al ritorno in campo un tecnico a Corselli manda in lunetta Fathallah che non sbaglia, poi Hendrych porta Messina sul +12 (54-42), ma con due canestri di Alescio e i liberi di Bonaccorsi gli etnei rientrano sul-6 (54-48). Cavalieri manda a segno Corazzon, poi Fathallah piazza la bomba e Squillaci (2/2 dalla lunetta) porta a +13 i peloritani. Dopo il canestro di Alescio, Hendrych e Corazzon per il 65-50. Al canestro di Persano risponde Cavalieri con una tripla ed è massimo vantaggio Messina (68-52). Chisari segna e mette anche l’aggiuntivo, ma Squillaci da otto metri castiga i cussini. Quando la squadra di Ciccio Romeo sembra aver chiuso la gara, ecco il ritorno degli etnei. Quattro punti di Persano e la tripla di Lo Faro riportano sotto la doppia cifra il vantaggio dei padroni di casa che nel finale del terzo periodo, con un break di 6-2, chiudono sul 78-65: protagonista ancora Corazzon. Nell’ultimo quarto, con un 5-2 di parziale, il CUS si porta sotto di 10, coach Romeo chiama time out ma, dopo lo 0/2 di Buono dalla lunetta, il canestro di Chisari vale il -8 (80-72). Squillaci diventa protagonista della gara, prima fa 1/2 dalla lunetta, poi si fa chiamare un antisportivo che Alescio non capitalizza al massimo. Allo stesso ex aretuseo viene fischiato un tecnico. Cavalieri mette il libero, poi due bombe dallo stesso angolo di Squillaci riportano Messina sul +15: è la svolta della partita. Gli scolari, nonostante le iniziative dei vari Lo Faro, Alescio e Vasta, riescono a gestire il vantaggio. Nel finale la tripla di Scimone mette il sigillo alla vittoria del Gruppo Zenith, che adesso può guardare con maggiore serenità a gara 2 che si disputerà sabato prossimo al PalaCus di Catania.

 

Messina, 10 marzo 2018

Comunicato stampa Basket School Messina

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.