Trofeo delle Regioni, le selezioni a metà classifica

I 2004 chiudono al 10º posto, perdendo solo dopo un supplementare… Le 2003 sconfitte nella finalina, sono 8e… Il commento dello staff tecnico…

Termina l’avventura siciliana al Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” 2018. I ragazzi allenati da Manzo perdono di misura, dopo un tempo supplementare, coi pari età della Toscana. Ancora Adeola (45 punti) il protagonista indiscusso della gara. La selezione femminile esce sconfitta dal combattuto confronto con le Marche per la finalina del 7º/8º posto. Qui tutti i nomi dei cestisti che hanno composto le selezioni partecipanti al Trofeo.

Questi sono i risultati ottenuti dalle due selezioni:

Maschile. Girone A: Veneto-Sicilia 87-67 e Abruzzo-Sicilia 75-79 dts1; Girone 9º/12º posto: Sicilia-Liguria 87-71 e Sicilia-Trentino Alto-Adige 66-47; Finale 9º/10º posto: Sicilia-Toscana 77–78 d1ts.

Femminile. Eliminatoria: Sicilia-Sardegna 55-46 e Toscana-Sicilia 50-56. Quarti 1º/8º posto: Sicilia-Emilia Romagna 26-42; Semifinale 5º/8º posto: Sicilia-Friuli-Venezia Giulia 56-60; Finale 7º/8º posto: Marche-Sicilia 51-42.

«La finale per il 9° e 10° posto, in scena al Pala Pertusini di Desio è stata una gara avvincente, emozionante fino alla fine, che ha visto, dopo un over time, la vittoria della Toscana sulla Sicilia per 78 a 77. In virtù di questo esito finale, la spedizione siciliana, partita con il proposito di confermare il lusinghiero risultato ottenuto, con pieno merito lo scorso anno, consegue un prestigioso 10° posto; il terzo miglior risultato di sempre nelle partecipazioni al TdR, che consente all’intera community cestistica siciliana di collocarsi in una dimensione di assoluto rispetto nel panorama cestistico giovanile nazionale. Se nutriamo la legittima ambizione di appartenere al novero delle regioni che vantano livelli di avanguardia nel basket giovanile, occorre quotidianamente incentivare ed investire nei settori giovanili societari e federali in modo da offrire ai nostri giovani percorsi di crescita sportiva educativa e formativa qualificati, significativi e coerenti con i loro bisogni evolutivi. Vivendo ed operando con i giovani, l’obiettivo prioritario non è rappresentato dalla vittoria ad ogni costo ma essa deve essere il naturale frutto di una efficace crescita tecnica umana e relazionale, obiettivo sicuramente raggiunto da questo gruppo di ragazzi a cui va il nostro sincero ed incondizionato ringraziamento. Bisogna, con umiltà, mettersi sempre in discussione per affrontare al meglio le sfide che ci attendono con l’intento di affermare la qualità complessiva del movimento cestistico siciliano con buona pace dei ben pensanti che antepongono sterili parole alle azioni concrete. Consentiteci un ultimo inciso di cui lo staff Sicilia si assume ogni responsabilità: “Riteniamo ingiusto ed incoerente non aver inserito nel quintetto ideale maschile il giovane Emmanuel Adeola, il miglior realizzatore del torneo con 186 punti realizzati in 5 incontri (37,2 di media), un atleta di cui in futuro sicuramente si parlerà”.»

R.B.C.

Vedi anche:
Le edizioni passate: 20102011201220132014, 2015 M e F, 2016 M e F, 2017 M e F.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*