Agatirno ridotta e tenace, Alfa vincente e cinica

L’inizio in ritardo, gli ospiti in sei effettivi… Un terzo periodo da record (61 punti in due!)… Gara-2 sabato: i paladini saranno agguerriti…

Alfa – Agatirno 103–75
Parziali: 21-17, 47-32 (26-19), 88-52 (41-20), 103-75 (15-23).
Leonardo da Vinci di Catania, 8 aprile, 18:00

Polisportiva Alfa Catania: Gottini 14, Ferrara, Signorello 1, Consoli 4, Riferi 4, Formica, Agosta 14, Florio 8, Arena, Kolonicny 29, Dauksys 12, Abramo 17. All.: Bianca. Vice: Taormina.
Nuova Agatirno Capo d’Orlando: Pocius 18, Caula 19, Ravì 4, Triolo 15, Fazio 14, Ioppolo 5. All.: Angori.
Arbitri: Di Giorgi e Calandra. Udc: Cosentino, Cannata e Tarda.

Una schiacciata di Jan Kolonicny (foto G. Lazzara)

Al Leonardo da Vinci si inizia con 15′ di ritardo: la gara-1 di semifinale play-off è ritardata dal ricorso che l’Agatirno presenta contro le dimensioni del campo. La deroga permette di giocare senza problemi, ma la partita riserva comunque una strana sorpresa: gli ospiti si presentano solo in sei, tutti gli altri (le stelle del settore giovanile) sono divisi tra prima squadra e vita privata.

Poco importa: Antonio Fazio e i suoi giovani giocano con intensità, voglia e tenacia per 40′, mettendo sotto la capolista in avvio (2-11). Poi le qualità e le rotazioni lunghe dei padroni di casa prendono il sopravvento, per la gioia del folto pubblico del Leonardo da Vinci. Non è lo spettacolo che ci si sarebbe aspettati, certo, ma basta il cinismo di Kolonicny e degli altri campioni della regular season per portare a casa la gara-1. Le squadre sono anche protagoniste di un terzo periodo da record (41 punti segnati dai catanesi, 61 tra le due squadre).

Sabato 14 alle 18:30 (e non domenica come indica il sito FIP) si giocherà gara-2, e sarà tutt’altra storia; la prima squadra gioca domenica alle 20:45 a Brindisi e i paladini saranno agguerriti. Gli alfisti dovranno dunque giocare al 100%.

La photogallery di Giuseppe Lazzara @Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Marco Consoli (foto G. Lazzara)

L’Alfa Basket Catania vince gara 1 delle semifinali play-off di Serie C Silver. Al Leonardo Da Vinci, gremito in ogni ordine di posto, la squadra del presidente Nico Torrisi non dà scampo alla Nuova Agatirno di Capo D’Orlando. Gli ospiti, con soli sei giocatori a referto, sono costretti ad arrendersi ai catanesi, che chiudono la partita con un perentorio 103-75. L’inizio della gara è favorevole ai paladini di coach Matteo Angori con gli alfisti un po’ deconcentrati. Pian piano il quintetto allenato dal tecnico Andrea Bianca cresce e prende in mano le redini dell’incontro. L’Alfa chiude avanti tutti i parziali ed incanta il pubblico con giocate di alto livello come le due inchiodate di Jan Kolonicny nella fase iniziale del secondo parziale. Ottime le prestazioni di tutti i giocatori catanesi. Sugli scudi il ceco Kolonicny, autore di ben 29 punti. In luce anche Alessandro Agosta, Matteo Gottini, Luciano Abramo, Alessandro Florio, Marco Consoli e Ignas Dauksys. Minuti per tutti con risposte importanti da Cristiano “Ciro” Ferrara, Gianmarco Signorello, Luca Riferi, Daniel Arena e dal giovanissimo Christian Formica. Nel finale gli alfisti dilagano sommersi dagli applausi e dal calore dei tifosi. Le finali nazionali sono sempre più vicine, ma adesso testa a gara 2 in programma a Capo D’Orlando.

Ignas Dauksys (foto G. Lazzara)

Il commento di coach Andrea Bianca: “Abbiamo avuto un inizio troppo soft e questa cosa alla lunga poteva compromettere la prestazione. Su questo aspetto bisogna fare più attenzione. Dopo siamo riusciti a prendere in mano la partita contro un avversario che si è presentato a ranghi ridotti. Abbiamo da lavorare tanto e adesso pensiamo a preparare bene la seconda partita contro la Nuova Agatirno”.

Soddisfatto il presidente alfista Nico Torrisi: “Abbiamo fatto un’altra ottima prova dando dimostrazione di solidità e di essere un bel gruppo, condotto benissimo da coach Andrea Bianca e da tutto lo staff tecnico. Siamo soddisfatti e grati ai ragazzi per quello che stanno facendo. Voglio dire grazie al nostro direttore Carmelo Carbone, a Mario Litrico, a Paolo D’Antone e a tutti quelli che lavorano quotidianamente, ormai da quasi un anno, per arrivare a questi risultati. Vittorie che dedichiamo al nostro pubblico, che contro la Nuova Agatirno è stato numeroso e caldissimo. Complimenti a tutti per questo primo passo ovviamente ancora c’è da affrontare gara 2 contro un avversario giovane e forte. Forza Alfa”.   

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.