U-18: domani la gara-1 dei quarti Alias-Alfa

Gabriele Patanè: «Puntiamo ad arrivare il più lontano possibile»… Palla a due martedì alle 20 al PalaAlberti di Barcellona…

Gabriele Patanè

L’appetito si sa vien mangiando. L’Alfa Basket Catania, dopo aver vinto il campionato provinciale di categoria, è pronta a sedersi alla tavola regionale con ancora tanta fame. Il quintetto allenato dai coach Enrico Famà e Mario Condorelli sfiderà, domani sera (palla a due alle ore 20), l’Alias Barcellona in trasferta; lunedì gara 2 al Leonardo Da Vinci (inizio alle ore 19,15). La squadra è carica al punto giusto. Lo splendido successo conquistato, nella finale provinciale, contro il Cus Catania ha portato grande entusiasmo in casa Catania. A Barcellona sarà assente Daniele Costanzo.

Il tecnico alfista Enrico Famà ha le idee chiare: «Siamo concentrati su noi stessi non conoscendo bene le caratteristiche dell’avversario. L’obiettivo è tornare a casa con un risultato aperto in modo da poter cercare la qualificazione in gara 2 al Leonardo Da Vinci. I ragazzi dovranno solo mettere in campo tutto quello che sanno fare».

L’Alias Barcellona è stata battuta, negli spareggi, dalla Life Messina, ma si è comunque qualificata tra le prime otto grazie alla differenza canestri. Il giovane Gabriele Patanè, che orbita nel giro della prima squadra, suona la carica. «Ci aspetta una partita importante – afferma Patanè –. Dopo che siamo diventati campioni provinciali vogliamo dimostrare quello che siamo anche al di fuori di Catania. Ci siamo preparati bene. Sono fiducioso. Possiamo farcela. C’è grande entusiasmo e voglia di continuare questa avventura sportiva. Puntiamo ad arrivare il più lontano possibile, ma soprattutto a migliorare singolarmente e capire veramente qual è il lavoro di squadra. Cosa che, comunque, già abbiamo capito nella finale decisiva vinta contro il Cus Catania. Il successo sui cusini di 30 punti, dovendone recuperare 19, è stato proprio un capolavoro di gruppo. Ho avuto qualche fastidio fisico, ma domani giocherò. Stringerò i denti. Quest’anno ho avuto anche la soddisfazione di far parte della prima squadra, che è in lotta per il salto in Serie B. Credo di essere cresciuto dal punto di vista tecnico grazie anche all’aiuto dei compagni più grandi».

Per la gara di ritorno a Catania, Gabriele Patanè vuole un «Leonardo tutto pieno. I tifosi ci possono dare una carica maggiore e spingerci in semifinale».    

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.