Acireale verso gara-3: una trasferta per pochi

Si giocherà al PalaItis di Gela, in cui la capienza è 100 spettatori… «Gara-2 serata spot per la pallacanestro, siamo rammaricati perché solo 20 tifosi andranno»…

Risuona ancora l’eco del tifo acese e gelese nei corridoi del PalaVolcan, dove l’AciBasket e la Basket School hanno disputato un’equilibrata gara-2 di semifinale play-off. La vittoria dei granata di casa ha permesso di proseguire la serie con una gara-3 che si disputerà domenica alle 18:30 al PalaItis di Gela. Dopo varie possibilità alternative (si parlava di giocare dal venerdì al lunedì) e l’impossibilità di giocare nel più capiente PalaCossiga, ci si dovrà accontentare di una palestra che potrà ospitare solo 100 persone, di cui 20 acesi.

«È stata la serata perfetta come spot – spiega il presidente acese Paolo Panebianco -, si sono unite la riapertura del palazzetto, il raggiungimento dei play-off, il ritorno del grande pubblico che comunque è stato numeroso durante la stagione. C’è stato il pienone domenica. L’obiettivo di riportare la gente al palazzetto per vedere una squadra d’età media 19 anni è raggiunto, è stata una bella serata di sport per Acireale».

Appunto per quest’obiettivo è un peccato non poter organizzare una bella trasferta nel segno dei vecchi tempi. «Siamo rammaricati del fatto che non potrà avvenire la stessa cornice di pubblico – prosegue Panebianco -, la Basket School ci ha riservato gentilmente 20 posti, però è chiaro che tutti i simpatizzanti che volevano venire a Gela potranno partire perché ci sarà questo limite. Sarà una bella per pochi intimi, abbiamo dovuto stoppare l’entusiasmo, molta gente si stava organizzando con pullman. Dispiace perché è stata una serie equilibrata, con spettacolo ed emozioni, una bella sarebbe stato un ulteriore spot per gli appassionati locali. Spero che potremo fare una diretta Facebook».

Ieri sera Adrano è diventata la prima finalista, battendo l’Amatori Messina. «Adrano ha fatto un finale di campionato in crescendo – chiude Panebianco -, con l’innesto di Whatley e recuperati gli infortunati, con la squadra al completo, loro erano tra le squadre più forti. Noi e Messina siamo stati la lieta sorpresa di questo Girone Sud: Messina è più collaudata, noi con l’innesto di Budrys, che ci dà fisicità, siamo andati molto bene. Giocando tecnicamente, con la freschezza e la voglia dei ragazzi siamo riusciti ad arrivare secondi con Adrano e Gela a parimerito, mentre il pronostico di Gela e Adrano è stato rispettato. Messina ha giocato una bella pallacanestro, ha avuto un gioco più continuo nell’arco della stagione, ma i play-off rimettono in discussione quanto di buono è stato fatto».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.