Adrano in finale per sfatare i due tabù

Mai vincente nelle quattro finali play-off e mai contro Acireale nella post season… Sampieri: «Squadra concentrata, ce la giocheremo»…

Una festa continua ad Adrano, per la terza volta finalista play-off

Tre finali consecutive in Serie D è un record: mai nessuna squadra in Sicilia ha avuto la forza di andare fino all’ultimo passo dei play-off in tre stagioni di seguito, almeno per i campionati che prevedono la post-season. Lo Sporting Club Adrano ora affronterà il Basket Acireale per una serie che sarà giocata davanti a un pubblico extra lusso per il basket e tra due formazioni a forte trazione locale, con due stranieri fuori categoria per la D.

«Chi ci segue sa che lo standard del pubblico si alza sempre – afferma il presidente adranita Giorgio Sampieri –. Siamo arrabbiati con noi stessi, perché vogliamo arrivare a questa finale ancora più carichi degli scorsi anni. Siamo pronti per quest’obiettivo che inseguiamo da tanti anni».

Giorgio Leanza, che andò in campo anche nella finale di 10 anni fa (foto R. Quartarone)

Con una squadra così carica, dopo BS Messina e Alcamo bisogna infrangere il tabù: «È la terza finale consecutiva e credo che siamo nelle condizioni di giocarcela bene. Contro Alcamo è stata un’avventura, ora Acireale è alla nostra portata e ce la giocheremo tranquillamente con loro sia fuori che in casa».

Non bisogna nemmeno cullarsi sulla vittoria in due gare contro la capolista Amatori Messina, ribaltando fattore campo e pronostico: «La squadra è concentrata, ha messo in campo tanto cuore – chiude Sampieri –, nel momento in cui c’è stato qualche errore arbitrale, siamo scesi da +15 a +2 e quindi abbiamo rimesso in campo la concentrazione giusta e la squadra in scioltezza ha portato a casa il risultato».

Adrano dovrà infrangere due tabù: non è mai stata promossa nelle tre finali disputate finora (compresa la finale di C2 2007-’08, proprio contro Acireale) e contro i granata ha una tradizione negativa nella post-season: nel 2003-’04, semifinale di C2, Adrano vinse 83-84 in trasferta, salvo poi cede 70-92 e 94-76 nelle due gare successive. Il 25 e 28 maggio 2008, per le due gare di finale C2 contro gli acesi, in campo c’erano Maurizio Grasso, Damiano Russo, Dario Bascetta e Giorgio Leanza, ancora protagonisti in maglia bianconera.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*