Adrano si prende di forza gara-3: Acireale sconfitto

Acireale subisce la fisicità adranita… Bianconeri sempre in vantaggio… Dal 71-50 al 99-92… Whatley (38) e Patanè (34) grandi protagonisti…

Adrano – Acireale 99–92
Parziali: 25-15, 50-36 (25-21), 80-63 (30-27), 99-92 (19-29).
Tensostruttura di Adrano, 6 maggio, 19:00

Sporting Club Adrano: M. Bascetta 4, Ragusa ne, Narcisi ne, Russo ©, Ricceri 9, D. Bascetta 11, Whatley 38, Leanza 14, Amoroso 2, Pennisi 14, Grasso 7. All.: Morelli. Vice: Castiglione.
Pol. Basket Acireale: Khomyn 4, Antronaco © 6, Cerame, Gulisano 9, Ricca ne, Patanè 34, Venticinque 2, Panebianco 16, Massimino, Budrys 21. All.: Gumina.
Arbitri: Russo e Barbera. Udc: Delle Vergini, Tarda e Luppino.
Note Adrano: Tiri liberi : 11 su18. Tiri da tre punti: Bascetta M. 1, Ricceri 1, Whatley 1, Leanza 4, Pennisi 2, Grasso 1. Note Acireale: Tiri liberi: 20 su 29. Tiri da tre: Panebianco 1, Patanè 3, Budrys 1 Antronaco 1, Gulisano 2.

La grinta di coach Gianfranco Morelli (foto R. Quartarone)

Adrano e Acireale si giocheranno la Serie C a gara-3: il PalaVolcan ospiterà un altro match fisico e intenso, con un afflusso di pubblico enorme. Le due squadre nella Tensostruttura, già piena due ore prima della partita, non si sono risparmiate, giocando con intensità per 40’, con difese forti e attacchi precisi.

Acireale ha subito la fisicità di Adrano (Budrys, Gulisano e Panebianco sono usciti doloranti), questa volta meno limitata dai falli e con una spinta più funzionale nei giochi d’attacco. I bianconeri hanno avuto buone percentuali al tiro e, malgrado qualche sbavatura alla fine, hanno gestito bene l’incontro.

Da un lato, l’asse Whatley-Pennisi funziona, dall’altro Panebianco si batte in attacco (7-3), ma Adrano davanti al suo pubblico gioca d’intensità: ruba palla e via in contropiede (14-3). Acireale sfrutta i falli avversari e rientra (16-12). Leanza dà verve ai suoi: tripla, stoppata ed errore che propizia il tiro da sotto di Whatley (23-12).

Andrea Patanè (foto R. Quartarone)

Questi dieci punti di vantaggio si mantengono ma si gioca sulle iniziative del singolo e quasi nulla costruendo, con difese sfilacciate. Bene per Giorgio Leanza, che si esibisce in una lunga serie di penetrazioni e tiri da fuori da urlo (45-32), male per Acireale che si affida a Patanè e Budrys ma non contiene i tiratori bianconeri.

Dopo il buzzer beater di Whatley, il 3+0 di Grasso riapre le danze. Due triple di Gulisano fanno riprendere i granata, ma Adrano allunga ancora (64-46). Le palle si sporcano, in questa fase il vincitore è Whatley, che sotto canestro spadroneggia approfittando di un Budrys zoppicante (71-50). Gumina cerca di serrare la difesa, ma Adrano è sulle ali con la tripla di tabella di Mauro Bascetta (79-60).

L’alley oop Patanè-Budrys e la tripla del primo sullo scadere preludono a una rimonta: malgrado il divario netto, la partita è vivissima e Acireale tenta un’impresa da fantascienza con Patanè, Panebianco e Gulisano (85-75). I bianconeri rallentano e il play-guardia granata dà spettacolo (90-81), ma non riesce l’aggancio. L’Armata Bianconera festeggia: si va a gara-3, il PalaVolcan è pronto per un altro grande spettacolo.

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 07/05/2018

Ennis Whatley e Giacomo Antronaco (foto R. Quartarone)

Si va a gara 3. Adrano, trascinato dal tifo incessante dell’Armata Bianconera, non lascia scampo ad Acireale e per stabilire chi andrà in C e chi invece si giocherà lo spareggio con Spadafora servirà la bella del “PalaVolcan”. Alla “Tensostruttura” gli adraniti hanno giocato la loro classica partita, improntata su un ritmo insostenibile per gli acesi che per 3/4 di gara sono stati messi sotto. Questa volta Acireale non ha potuto far leva sui tiri liberi perché la quasi sistematica ricerca del fallo (Gulisano atleta di grande talento ma che va a terra ogni 3“), non ha permesso ai granata di far la differenza. I Morelliani hanno costruito il loro vantaggio nei primi due quarti dove Whatley, Pennisi e Leanza hanno fatto sfracelli nell’allegra difesa granata che ha provato a serrare i ranghi solamente nell’ultimo quarto a partita già compromessa.

Il risultato finale, 99 a 92, farebbe pensare ad un match equilibrato e invece non lo è stato per niente. Adrano sempre in controllo e in vantaggio, vantaggio su Acireale che è quasi sempre stato oltre i 10/15 punti fino a toccare il +20 (80-60) nel 3/4. Gli ospiti hanno cercato il miracolo nell’ultimo, quando Adrano, dopo aver giocato a 200 all’ora, aveva allentato la pressione e la morsa famelica sugli avversari. Ha potuto poco Acireale contro un Adrano che in casa lascia le briciole agli avversari. Gara 3, domenica prossima al “PalaVolcan”, si preannuncia spettacolare con nessuna delle due squadre che partirà favorita.

Marco Pennisi (foto R. Quartarone)

Gli adraniti partono a cannone con un break di 14-3 che diventerà 25 – 15 al primo suono della sirena contrassegnato da due bombe di Pennisi (quella di ieri, la sua miglior gara stagionale), una di Leanza e dai canestri di Whatley, D. Bascetta (11 i punti per lui) e Ricceri. Acireale si affida a Panebianco, Budrys e Patanè ma nulla può contro la forza fisica degli adraniti che sbagliano pochissimo soprattutto sui rimbalzi dove Ennis e D. Bascetta giganteggiano.

Secondo quarto e Adrano accelera, l’ottimo Ricceri apre le danze con una bomba, Whatley continua a fare il bello e il cattivo tempo, Pennisi delizia con alcune giocate d’altissima scuola, Giorgione, invece, bada al sodo e con un break personale di 9 punti (tre canestri e una fucilata dal perimetro) manda Acireale sotto di 14 punti alla pausa lunga. Dopo l’intervallo, la musica non cambia. Adrano è in controllo assoluto del match, Grasso entra in partita con una tripla, alla fine 7 punti per lui, l’asse Pennisi- Whatley continua a far venire il mal di testa agli acesi che con Budrys e Patanè provano a restare aggrappati alla partita ma una bomba di Mauro Bascetta e un tiro libero di Pennisi chiudono il terzo quarto sull’80 a 63.

Unico neo, l’uscita dal campo di capitan Russo a metà tempo per 5.0 fallo. Un’assenza non da poco nell’ultimo quarto, Russo, infatti, è stato il primo ad azionare il pressing e dunque a non concedere quasi mai la giocata “pulita”, sin dal basso, agli acesi. L’ultimo quarto regala qualche brivido agli adraniti, nulla però che potesse rimettere in discussione il successo. Patanè, liberatosi dalla morsa di Russo, e Panebianco provano a rimettere in careggiata Acireale che accorcia fino al -9 e il potenziale canestro del -7 di Budrys s’infrange sul ferro.

Adrano, sente puzza di bruciato e decide, con le ultime forze rimaste, di scrivere la parola fine a gara 2. Lo fa, tanto per cambiare, con una bomba di Leanza e i canestri di Ennis, Mvp del match con 38 punti, Grasso e i due Bascetta. Adrano chiude a 99, Acireale si ferma a 92. La “Tensostruttura” applaude gli adraniti ma non è tempo di far festa anche perché non c’è nulla da festeggiare. Da oggi si pensa al match decisivo del “PalaVolcan” dove Adrano cercherà di prendersi la serie C dopo le finalissime perse a Messina e Alcamo. Abbiamo tutti i mezzi per espugnare Acireale, se giochiamo come sappiamo le probabilità di uscire con la serie C in tasca dal palazzetto acese saranno veramente alte.

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET
DAVIDE D’AMICO

Mauro Bascetta (foto R. Quartarone)

Adrano vince gara due della Finale Playoff di Serie D Maschile Girone Azzurro Sud e si va quindi a gara tre Domenica 13 Maggio 2018 alle ore 19.00 al PalaVolcan di Acireale. Adrano costruisce la sua vittoria nei primi due quarti con un approccio alla gara   perfetto e feroce come si richiedeva ma è certo che Acireale ha contribuito non poco alla partenza lanciata dei locali . 27 palloni persi pesano tantissimo nell’economia dell’incontro ma soprattutto i 9 persi nei primi dieci minuti costituiscono una emorragia di punti subiti non facilmente recuperabili come poi accaduto.

Adrano parte subito col piede sull’acceleratore, le palle perse acesi sono una manna per Whatley, 38 punti per lui, autentica spina nel colorato. Pennisi mette due triple quasi consecutive ed i padroni di casa volano al secondo minuto sul 5 a 0 e poi al quinto sul 14 a 3. Solo Panebianco ( 4 su 4 da due, 5 falli subiti) vede il canestro avversario ma i suoi 11 punti di fila non arrestano il cammino bianconero che chiude il primo quarto sopra di 10, 25 a 15.

Stessa musica nel secondo quarto, dopo la tripla di Ricceri anche Whatley mette a segno un trepunti . Replicano Antronaco e Budrys ma la difesa acese non regge e spesso e volentieri subisce le seconde realizzazioni di Whatley su rimbalzo d’attacco. Adrano aumenta ancora il suo vantaggio andando al riposo lungo sul 50 a 36.

Andrea Venticinque (foto R. Quartarone)

Terzo quarto ancora di sofferenza per i granata che mettono a referto 27 punti ma i padroni di casa ne mettono 30 raggiungendo al settimo il massimo vantaggio sempre con Whatley con un 2+1 che fa salire i suoi a +21, 71 a 50. Al festival delle triple, ben 10 in totale, partecipano anche Leanza ( 4 trepunti per lui) e Mauro Bascetta per l’80 a 63 con cui ha inizio l’ultima frazione di gioco.

Adrano ha speso molto in termini di falli ed allora il quintetto acese con Patanè ( 34 punti, 7 falli subiti, 3 su 5 da trepunti, 10 su 11 dal perimetro) recupera in termini di punteggio portandosi al quarto sull’85 a 75. Ma Russo e compagnia ribattono canestro su canestro mantenendo il vantaggio. Ultimo sussulto acese al settimo sul 90 ad 81, ma in tal frangente i granata iniziano a perdere pezzi.Prima si infortuna Gulisano cadendo male sulla spalla destra. Poi anche Panebianco prende una brutta botta al ginocchio sinistro senza contare Budrys che in pratica ha giocato l’intero incontro su una sola caviglia. La tripla di Patanè allo scadere porta il punteggio sul 99 a 92, 7 punti di scarto come in gara 1 per i granata ma questa volta Adrano è salito sulla montagna del +21 e per Acireale recuperare un tale divario fuori casa sarebbe stata una impresa. Uno ad uno , dunque, e si torna al Palavolcan con un Adrano in grande spolvero ed un Acireale che dovrà fare i conti con i bollettini medici.

BA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.