Adrano, il tabù è infranto: ecco il salto in Serie C!
Espugnata Acireale con una tabellata di Whatley

Acireale avanti quasi sempre, il sorpasso a 2″ dalla fine… Bianconeri crollano fino al -14, poi riescono a risalire… Pienone al PalaVolcan… I granata contro Spadafora…

Acireale-Adrano 80-81
Parziali:
 18-16, 42-44 (24-28), 61-58 (19-14), 80-81 (19-23).
PalaVolcan di Acireale, 13 maggio, 19:00

Basket Acireale: Khomyn 4, Antronaco © 2, Cerame, Gulisano 14, Ricca ne, Venticinque 6, Patanè 20, Panebianco 10, Budrys 25, Privitera ne, Dav. Russo ne. All.: Gumina.
Sporting Club Adrano: M. Bascetta 2, Ragusa ne, Narcisi ne, Dam. Russo © 6, Ricceri 6, Whatley 26, Leanza 9, Pennisi 20, Grasso 2, V. Bascetta 6. All.: Morelli. Vice: Castiglione.
Arbitri: Savoca e Ferraro. Udc: Delle Vergini, Cosentino e Luppino.

Dario Bascetta e Giacomone Antronaco (foto G. Lazzara)

Una tiro a 2” dalla fine per entrare nella storia: Ennis Whatley consegna la Serie C Silver all’Adrano, con un tiro tanto orribile (tiro forzato, tabellata da tre, con due uomini addosso) quanto efficace. I bianconeri vincono di un punto, davanti a un PalaVolcan stracolmo, dopo aver inseguito a lungo, essere crollati anche sul -14, ma aver avuto la testa per rimontare e far fronte all’emorragia di tiri liberi e alla carica di Acireale. I granata non meritavano la sconfitta, ma avranno ora lo spareggio con Spadafora per tentare il salto in C sul campo.

Acireale avanti 7-3, dopo 7’ di gioco, con tanti errori e nervosismo. Adrano aggancia a quota 10, la tripla di Damiano Russo fa scaldare i bianconeri, che prendono falli e vanno in lunetta. Allungano però gli acesi con Patanè e Panebianco. Whatley e Budrys danno spettacolo, ma è il lituano che sigla i punti del 30-23 che costringono coach Morelli al timeout. Ma non c’è colloquio che tenga: si arriva sul 40-26 con Budrys e la carica dei bianchi di casa spinge a un break mortifero (10-3). Solo Pennisi dai 6.75 riesce a smuovere i suoi, seguito da Whatley (40-33). Gli acesi subiscono i contropiede adraniti e Whatley contribuisce a risalire, fino al pari a quota 42 di Ricceri e al +2 di Pennisi.

Giorgio Gulisano e Damiano Russo (foto G. Lazzara)

Si torna in campo con Patanè che continua a fare il bello e il cattivo tempo (51-47). Adrano non sfrutta i viaggi alla lunetta, Acireale abbassa i ritmi: la partita vive un terzo periodo di stanca. Si cerca di gestire la fatica in attesa dell’ultimo periodo. E lì si gioca punto a punto: Giorgio Gulisano sale in cattedra per i padroni di casa (+6), ma tanti falli permettono a Whatley e Leanza di andare in lunetta e le triple di Russo e Pennisi preludono a quella, storica, dell’americano.

Adrano torna così nella massima serie regionale a distanza di tre anni dall’ultima partecipazione alla C2, coronando un percorso triennale d’alto livello e con il grande merito di avere costruito una tifoseria appassionata e sempre presente. La finale per Acireale era già un gran premio, ma il traguardo finale è sempre lì: contro Spadafora sarà una battaglia.

La photogallery di Giuseppe Lazzara @Facebook

Roberto Quartarone

 da “La Sicilia” del 14/05/2018

In gara 3 della Finale Playoff di Serie D Maschile Girone Azzurro Sud vince Adrano che così conquista il salto di categoria in Serie C Silver ma la splendida cornice di pubblico del PalaVolcan applaude i propri atleti dopo una gara giocata da entrambi i quintetti con la massima intensità. Alla fine passa Adrano che sotto di due a 19 secondi dalla fine pesca con Whatley la tripla del sorpasso e della vittoria, 80 ad 81 il punteggio finale. Si parte con i due team abbastanza contratti, errori banali dall’una e dall’altra parte tanto che il primo canestro, autore Budrys, arriva dopo due minuti di gioco. La contesa inizia a carburare, Patanè fa sette punti in sequenza per il 9a 3 al sesto ma Ricceri e Bascetta V. riportano sotto i propri colori, 10 a 10 all’ottavo; Acireale comunque chiude avanti il primo tempino, 18 a 16. Il secondo quarto vede un Acireale più tonico, una difesa aggressiva e le conclusioni dal perimetro lanciano i granata sul 30 a23 al quarto. L’inerzia della gara è in mano acese, Patanè e Budrys firmano due triple consecutive e gli acesi al sesto sono sul 40 a 26. Adrano è alle corde, sembra che debba cedere ulteriormente da un momento all’altro ed invece Acireale con diverse palle perse ed errori al tiro permette a Whatley di andare in campo aperto e con 9 punti di fila riaprire completamente la partita; anzi è Adrano a chiudere in tal frangente in avanti, 42 a 44 al riposo lungo, con una palla rubata ad Antronaco da Pennisi e conseguente canestro in contropiede. Al rientro ancora un trepunti di Budrys riporta Acireale avanti, 45 a 44. Acireale gioca, corre, sfrutta i tanti, troppi errori dalla lunetta da parte ospite, solo 13 su 32 realizzazioni, ma non riesce più a staccarsi se non di 4 , 6 punti. Pennisi e Whatley fanno da collante per i propri colori tenendo in corsa Adrano. L’ultimo quarto parte dal 61 a 58 interno, Gulisano fa soffrire la difesa avversaria e Panebianco è implacabile ai liberi, al settimo 70 a 66 per i granata. Pennisi riporta i suoi a meno due, Acireale non riesce a segnare nell’ultimo attacco. Rimangono 19 secondi, Acireale avanti di due difende forte ma proprio da Whatley (26 punti con 7 su 15 ai liberi) parte un tiro la cui traiettoria beffarda tocca il tabellone per poi andare a canestro. Sorpasso e vittoria per l’Adrano di coach Morelli. Agli acesi di coach Gumina rimangono gli applausi del PalaVolcan ed un altra finale da disputare contro il Nuovo Avvenire Spadafora già da Domenica 20 maggio. Si attendono pertanto le comunicazioni ufficiali da parte della Fip palermo Ufficio Gare.

BA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.