Lo scudetto maltese di Silvia Gambino!

L’Hibernians supera il Luxol per 3-0… Una stagione iniziata a novembre… «È sempre bello finire con una vittoria»… Il dubbio sul futuro…

Silvia Gambino, campionessa di Malta con l’Hibernians

Festeggia insieme alle sue compagne, medaglia tra i denti e tricolore italiano in mano: Silvia Gambino si conferma sempre più conquistatrice di Malta. Ora da giocatrice conquista il suo primo titolo nazionale, lo scudetto, dopo due giovanili. Tra i catanesi, in passato sono pochissimi a poter dire d’aver vinto un titolo nazionale federale: la squadra della Lazùr Under-15 2007-’08, Maria Grazia Ursino con Priolo, Francesco Mauceri con Reggio Emilia (U-21), Ciro Ferrara con Ferrara (U-20)

«Anche se Malta è piccolina… ho vinto! – esulta lei – Per me è importante quando si porta a termine ciò che si sta facendo con il miglior risultato, non ha importanza che sia la Serie C o la Serie B. È sempre bello finire con una vittoria». Playmaker, classe ’86, in carriera ha conquistato tanti play-off, ma l’unica promozione sul campo l’ha conquistata nel 2003, con la Lazùr.

«Personalmente è stato un anno meraviglioso – prosegue -, è stato incredibile, non credevo di poter giocare tutto l’anno. Ho iniziato solo a novembre, giocando 10′ a partita, piano piano ho ripreso le forze e aumentato il minutaggio, giocando una delle migliori partite in finale di Borg Cup. Intanto il gruppo si è formato piano piano. L’allenatore è stato molto bravo a lavorare con tutte, e i frutti si sono visti. Abbiamo perso una coppa all’inizio, poi abbiamo iniziato a vincere e abbiamo conquistato la Borg Cup. Ai play-off abbiamo dominato 2-0 la semifinale e vinto sudando in finale per 3-0, con gara-1 chiusa dopo due supplementari e gara-3 rimontata dal -18». Le avversarie erano in semifinale la Starlites, in finale il Luxol dell’altra ex Rainbow, Christina Grima.

Ora Gambino sta valutando il futuro, in attesa del secondo anno di corso da allenatrice per prendere il certificato Fiba. «L’idea è appendere le scarpette al chiodo… ma è difficile a farlo! – ammette – Personalmente è andata alla grande, non pensavo di giocare tanto, e come squadra ci aspettavamo ottimi risultati ma non così: l’Hibernians non vinceva lo scudetto da otto anni. Vorremmo confermarci per l’anno prossimo… ma io ci sarò o non ci sarò? Boh! Vorrei prendermi cura del mio corpo. Ho bisogno di avere un po’ di riposo e ho dei progetti in testa. Ma la tentazione di giocare c’è sempre… vedremo!»

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.