Salta il fattore campo: Spadafora passa ad Acireale

I granata cedono in casa nella gara-2 della finale-spareggio… Non bastano le grandi prestazioni di Antronaco e Venticinque… Da decidere il campo neutro…

 

Basket Acireale                             74
Nuovo Avvenire  Spadafora                           82

Basket Acireale: Khomyn 2, Antronaco 16, Cerame ne, Gulisano 7, Panebianco 7, Russo ne, Patanè 3, Venticinque 21, Budrys 18, Ricca ne, Privitera ne, Massimino ne. All.: Gumina. Tiri liberi: 11 su 19. Tiri da tre:   Patanè 1, Gulisano 1, Antronaco 5.
Nuovo Avvenire: Barbera 14, Sofia 23, D’Angelo ne, Molino, Vento 8, Santoro, Mobilia 12, Colosi 6, Colica 5, Mammina, Klevinskas 14. All.re: Maganza. Tiri liberi 22 su 30. Tiri da tre punti:Barbera 2, Vento 1,Mobilia 3.
Parziali: 24- 21, 20- 21, 18 – 22, 12 – 18 .
Arbitri: Russo di Erice e Brusca di Palermo    

Capitan Giacomo Antronaco: 5/6 da tre (foto G. Lazzara)

Maledetto fattore campo, che in questi play-off vale come il 2 di bastoni con briscola a spade. Il buon pubblico del PalaVolcan continua a tifare fino in fondo, ma i granata entrano in campo poco reattivi di fronte a uno Spadafora trasfigurato rispetto a gara-1. L’incubo bianconero si ripete: gli ospiti sono guardinghi per due quarti, poi basta alzare la difesa, dominare al rimbalzo e tarpare le ali alle bocche di fuoco acesi per portare a casa gara-3.

Questa finale-spareggio tra le finaliste play-off dei due gironi inizia con Matas Budrys che dà buone risposte a coach Gumina; gli rispondono Klevinskas e Barbera. Per gli acesi però è Andrea Venticinque l’uomo più: l’aletta si danna l’anima e fa per tre, sopperendo anche agli appannati Patanè e Panebianco. E poi c’è Giacomone Antronaco: 38 anni e ancora la spiega, con un 5/6 da tre incredibile.

Poi però qualcosa s’inceppa o, meglio, Spadafora capisce su cosa deve battere. Ci mette intensità, grinta e Sofia, Barbera e Mobilia iniziano la rimonta, che si completa con il 51-52. Si gioca punto a punto, Patanè prova a ragionare, ma il gioco è contratto e fluido. L’intensità è bassa, Spadafora gestisce i ritmi e i bianchi di casa non riescono a imporre i loro. Alla fine, prese due triple di svantaggio, Acireale non va a segno. Gara-3 si giocherà in campo neutro, in zona Sicilia centro-occidentale.

I tifosi dell’Acireale (foto G. Lazzara)

«Non l’abbiamo affrontata con il giusto atteggiamento – afferma capitan Antronaco –, abbiamo pagato l’inesperienza. Abbiamo un’altra possibilità in gara-3. La possibilità di rigiocarsi un’altra finale non succede in nessun altro sport».

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 28/05/2018

Niente da fare, il PalaVolcan è ancora amaro per il Basket Acireale che non riesce a chiudere la serie con Spadafora e quindi si va agara tre in campo neutro da definire da parte della Federazione. Spadafora pareggia la serie della finale spareggio prevalendo ai rimbalzi d’attacco, mettendo a segno 22 su 30 tiri liberi, sfruttando in maniera ottimale la superiorità fisica e le solite 20 e più palle perse da parte degli acesi. Primo quarto equilibrato con le due compagini ad inseguirsi nel punteggio e che termina con una tripla di Antronaco per il 24 a 21 interno.

Matas Budrys (foto G. Lazzara)

Acireale va a strappi, con miniparziali che gli ospiti recuperano subito. 30 a 26 al secondo minuto della seconda frazione di gioco, 31 a 31 al quinto. Budrys dopo un buon avvio, 5 su 5 da due, inizia a perdersi contro la difesa messinese, Panebianco, Patanè e Gulisano, solo 17 punti in tre, mancano l’appuntamento con il canestro mentre Barbera Sofia e Mobilia fanno la differenza per i propri colori. La torre Klevinskas va anche lui in doppia cifra, 14 punti, con 6 su 6 dalla lunetta e Spadafora va all’intervallo lungo sotto di due, 44 a 42.

Nel terzo quarto la musica non cambia e dopo il 68 a 68 al settimo l’inerzia della gara volge verso gli ospiti che chiudono la frazione in vantaggio di due , 62 a 64. Ultimo quarto decisamente negativo per i colori granata. Solo Venticinque, 21 punti, ed Antronaco ,fin quando rimane in campo, reggono l’urto di Colica e compagnia. Ultimo sussulto acese al terzo quando la tripla di Patanè sancisce il pareggio sul 67 a 67 cui replica immediatamente Mobilia, tre triple per lui, per il 67 a 70. Acireale perde lucidità non riesce ad attaccare con pericolosità mentre ancora Barbera firma l’ulteriore tripla del 67 a 73. Spadafora gestisce il vantaggio e chiude infine la gara sul 74 ad 82. Si Va dunque a gara tre da disputare in campo neutro

 

BA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.