U-14: l’Alfa vince e va alle finali nazionali!

Sconfitta Trapani di 4 punti… Finali a tre equilibrate… Le nazionali: a Cagliari a fine giugno… Tre anni dopo la vittoria del Cus…

Trapani-Alfa 54-58
Parziali:
7-18, 21-36 (14-18), 38-49 (17-13), 54-58 (16-9).
PalaCannizzaro di Caltanissetta, 7 giugno, 18:30

Trapani: Lentini 27, Marrone 10, Longo 8, Grigoli 5, Agate 4, Del Giudice, Carpitella, Bruno, Bonfiglio, Giacalone, Grazioso, Accardo. All.: Siclari. Vice: Latini.
Alfa: Morina 26, Platania 5, Cantarella 11, Politi 9, Galasso 4, Condorelli 3, Catania, Spampinato, Cacciola, Delia, Ingrassia, Milone. All.: Di Masi. Vice: Famà.
Arbitri: Cappello e Lo Presti.

La squadra che aveva battuto Barcellona

La Polisportiva Alfa continua i festeggiamenti: dopo la promozione in Serie B arriva anche il titolo regionale Under-14. Il primo successo in un campionato regionale per gli alfisti arriva al termine di una partita combattuta contro la Pallacanestro Trapani, vinta per 58-54. Al PalaCannizzaro di Caltanissetta, i rossazzurri di Davide Di Masi ed Enrico Famà sono stati sempre sopra, Trapani è giunta a -1 nel quarto periodo, poi i catanesi hanno dato l’allungo decisivo.

Dopo aver battuto Barcellona e aver assistito a Trapani-Barcellona 69-64, la finale a tre si è dunque chiusa con l’Alfa campione e qualificata per le finali nazionali, che si disputeranno a Cagliari dal 24 giugno al 1º luglio. L’Alfa riporta Catania sul palcoscenico italiano Under-14 maschile a tre anni dalla qualificazione del Cus Catania; in mezzo, il San Luigi ha partecipato alle finali nazionali 3×3 Under-15.

«Sono molto soddisfatto e non possiamo chiedere di meglio – afferma Carmelo Carbone, direttore generale dell’Alfa -, siamo riusciti a raggiungere una finale nazionale: non è da poco, rimane negli annali! Nei primi due quarti Cantarella ha marcato bene Longo, abbiamo messo in campo un bel giro palla e con azioni veloci: Morina, Platania e Politi hanno giocato alla grande, Galasso ha portato palla divinamente. Nel terzo quarto il vantaggio si è assottigliato, Longo ha iniziato a catturare molti rimbalzi e Galasso è andato fuori per 5 falli. Nessuno ha perso la testa, Morina ha subito due antisportivi e nel finale Trapani si era avvicinata, ma abbiamo tenuto fino in fondo».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.