U-14: manca poco alla finale nazionale dell’Alfa

Coach Di Masi presenta la trasferta sarda… Si gioca dal 25 giugno… Le avversarie e il «girone mostruoso»… I convocati… L’esperienza di Morina in Azzurro…

Davide Di Masi (foto R. Quartarone)

Domenica 24 giugno inizieranno le finali nazionali Under-14, lunedì 25 scenderà in campo la Polisportiva Alfa che esordirà nella sua prima finale nazionale. Manca poco alla partenza e, mentre alcuni sostengono gli esami di terza media, altri sono già con la testa a Cagliari. Le avversarie della fase eliminatoria saranno Trieste, Stella Azzurra, Pontevecchio e Potenza, e i giuliani saranno i primi a sfidare gli etnei.

«Sulla carta – afferma coach Davide Di Masi le avversarie forti forti sono Stella Azzurra e TriesteIl girone è mostruoso, dunque al di là di come andrà l’esperienza sarà formativa, andremo a relazionarci con squadre che hanno vinto campionati regionali d’Eccellenza, noi ce l’andremo a giocare con i nostri mezzi malgrado qualche problema negli allenamenti a causa degli esami. Partiremo in 12, purtroppo qualcuno non sarà dei nostri, e con me ci saranno coach Enrico Famà e il dirigente Mario Litrico, oltre a qualche genitore».

Morina, Platania, Cantarella, Politi, Galasso, Condorelli, Catania, Spampinato, Cacciola, Delia, Ingrassia, Milone sono dunque i prescelti per la trasferta sarda, conquistata con le vittorie contro Alias Barcellona e Pall. Trapani, e si imbarcheranno sabato alla volta della Sardegna. Catania torna così alle finali nazionali U-14 a tre anni dall’esperienza del Cubs.

Intanto, in mezzo alle due finali regionali Richard Morina ha avuto anche il suo primo assaggio di Nazionale. «L’esperienza in Nazionale gli è piaciuta tanto – spiega Di Masi -. Si è trovato molto bene con Fučka, gli ha dato dritte che lui ha accettato: lo ammira molto. È stata un’esperienza stressante per i tanti allenamenti. Nonostante il livello fisico è aumentato a livello di stazza, si è destreggiato bene soprattutto dimostrando di essere un ottimo ball handler e con giocate offensive che hanno evidenziato ottimi fondamentali. Il potenziale c’è».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.