Bonanno, coach in rampa di lancio per Adrano

Ex responsabile delle giovanili dell’Aretusa e head coach a Mazara e Green… «Adrano grande piazza con tifo unico, in campo faremo la guerra»…

Giorgio Bonanno ai tempi del Green

L’Adrano Basket comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra al Sig. Giorgio Bonnano che si occuperà anche dell’U.13 e 14. Coach giovanissimo, 35 anni, originario di Mazara del Vallo dove risiede, sarà lui l’erede di Gianfranco Morelli su una delle panchine più ambite nel panorama cestistico siciliano. Bonanno è stato fortemente voluto dalla dirigenza adranita e dal Ds Vincenzo Castiglione. Laureato in Economia Aziendale, presso l’Università degli studi di Bologna, Bonanno può contare su un curriculum di tutto rispetto nonostante la giovane età. Nel 2007 svolge il corso di allievo allenatore e istruttore Mb, nel 2009 il corso di allenatore base, tre anni più tardi il corso di allenatore e nel 2015 quello di allenatore nazionale. La prima esperienza nella stagione 2007-08 nel Trapani Basket come assistente U.15, dove ottiene le finali interzona, e assistente U.14 vincendo la fase regionale. L’anno successivo, sempre col Trapani Basket, diventa capo allenatore dell’U.13 e in qualità di assistente ottiene la finale interzona, eccellenza, con l’U.17 e il titolo regionale con l’U.19. Nella stagione 2009-10 è capo allenatore U.17 del Mazara Basket, nel 2010-11 resta capo allenatore U.17 del Mazara e si occupa anche dell’U.15, sempre in qualità di capo allenatore, del Panatletico Marsala. Nel 2012-2013 è capo allenatore del Basket Mazara in C2 vincendo Coppa Sicilia e Campionato, nel 2013-2014, sempre nel Mazara Basket, ricopre l’incarico di capo allenatore DNC. Nel 2014-2015, Bonanno è capo allenatore del Santeramo Murgia Basket U.13 e del Green Basket Palermo DNC. Nella stagione successiva, sempre col Green Basket Palermo, ricopre l’incarico di capo allenatore C Silver e responsabile dell’area tecnica. Nelle ultime due stagione, si trasferisce all’Aretusa Basket dove si occupa del settore giovanile. Nel 2016-17 è capo allenatore degli Aquilotti e capo allenatore U.15 e U.13 vincendo con quest’ultimi il titolo provinciale. Nella stagione appena trascorsa, come capo allenatore dell’U.14 e 15, vince la fase provinciale e si occupa anche dell’U.16 valorizzando molti giovani. Un profilo di assoluto valore, insomma. Per Bonanno adesso il compito di aprire un nuovo ciclo sulla panchina dell’Adrano Basket. BENVENUTO COACH NELLA GRANDE FAMIGLIA DELL’ADRANO BASKET!

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET
DAVIDE D’AMICO

«Sono emozionato di far parte della grande famiglia dell’Adrano Basket, è una bella responsabilità e un grandissimo onore». Queste le prime parole di Giorgio Bonanno come nuovo coach dell’Adrano Basket. Giovane, preparato, un curriculum alle spalle di assoluto valore con il punto più alto toccato nella stagione 2012-13 con il double, campionato e coppa, sulla panchina del Mazara. Adesso la sfida, e che sfida, sulla panchina dell’Adrano Basket: « Dopo due anni nel settore giovanile dell’Aretusa- dice il nuovo coach adranita- avevo voglia di tornare nel “mondo senior”. Aspettavo la piazza giusta e quando mi ha chiamato l’Adrano, non ci ho pensato due volte: ho capito che era la piazza giusta per me. Adrano non ha bisogno di presentazioni, il calore della piazza e la passione che ha questa Città per il basket è ben conosciuta ma aver trovato una società con così tanta voglia di programmare mi ha piacevolmente sorpreso». Serie C, un campionato che si preannuncia duro ma nello stesso stimolante: «La serie C è un campionato che dovrà essere affrontato con la massima serietà- continua Bonanno- troveremo squadre ben organizzate che lotteranno ogni domenica per raggiungere i rispettivi obiettivi. Bisogna essere umili e lavorare con tanta intensità, bisogna migliorarsi giornalmente». Sugli obiettivi stagionali: «Con la Società abbiamo un progetto di crescita comune, la dirigenza mi ha chiesto di valorizzare i ragazzi del gruppo storico di Adrano e di ottenere una tranquilla salvezza. Ovvio che in campo faremo, sportivamente parlando, la guerra a tutti senza mai tirarci indietro. Una cosa sia chiara: odio perdere». Sulla sua imminente gestione tecnica: «Mi considero una persona di campo, una di quelle a cui piace, e tanto, lavorare. Dai ragazzi pretendo massimo impegno e dedizione, devono avere fame di apprendere cose nuove per migliorarsi giornalmente. Se si fa questo sarà tutto più semplice, mi piace avere squadre che sanno difendere perché per vincere la fase difensiva è fondamentale». Sui tifosi adraniti: «Cercavo una piazza calda come Adrano ed i tifosi sono stati storicamente sempre il sesto uomo in campo. Non posso promettere vittorie, nello sport si vince e si perde e bisogna saperlo accettare. Ai tifosi prometto impegno, dedizione e professionalità affinché la squadra dia sempre tutto ed anche di più per non deluderli mai». Sul roster a disposizione che, rispetto alla scorsa stagione, non vedrà le riconferme di due pezzi da 90 come Whatley e Grasso: «Ho studiato e conosciuto il roster, i ragazzi hanno potenzialità e capacità per migliorarsi e centrare una comoda salvezza soprattutto se il pubblico sarà sempre con noi anche nei momenti difficili. Con la Società stiamo valutando le opportunità che il mercato offre, Whatley e Grasso, non li scopro certo io, erano elementi che davano una grossa mano in termini di atletismo, stazza e peso alla squadra. La Società li rimpiazzerà ma di questo se ne occupa Vincenzo che sa fare, e bene, il suo lavoro». Bonanno erede di Morelli: «Non conosco personalmente Gianfranco ma lo stimo e gli faccio i complimenti per la vittoria del campionato. Ereditare la sua gestione è un motivo d’orgoglio per me ma non posso guardare indietro. Adesso bisogna guardare avanti e cercare di dare il meglio in una categoria diversa, difficile e che ha stimoli diversi». 
Sul settore giovanile e sull’avvio della stagione: «Le giovanili devono essere il fulcro delle società, lavorare duramente per dare un futuro ai ragazzi è il nostro compito ma non dobbiamo avere fretta nel far crescere i ragazzi. Se ci sarà qualche giovane pronto non avremo paura a farlo esordire, dipenderà tutto da loro e da quanto vorranno impegnarsi e guadagnarsi il tutto.
Dovremmo iniziare il 20 agosto ma siamo in fase di definizione per l’inizio del lavoro e dunque della preparazione pre campionato. Io personalmente sono molto contento e ci tengo a ringraziare tutte le persone che mi hanno dimostrato la loro stima e la voglia di puntare su di me: dal presidente ai dirigenti e tutte quelle persone che hanno speso una buona parola su di me. Adrano è una società ambiziosa ed ho scelto di venire qui proprio per questo!».

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET
DAVIDE D’AMICO

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.